Home Top Ad

[DIGEST] Gundam W Frozen Teardrop ⑥ Nocturne Doloroso II

Share:
Continuiamo il nostro approfondimento mensile del romanzo Frozen Teardrop, sequel del lungometraggio Gundam W Endless Waltz ad opera dello sceneggiatore Katsuyuki Sumisawa, che sposta la cronologia dall'After Colony al Mars Century.
Ho deciso di indugiare su questo lavoro contestatissimo dal fandom occidentale ma coccolato dal pubblico asiatico, cercando di fornirvene un'analisi il più dettagliata ed oggettiva possibile.
Nell'ambito del venticinquennale della trasmissione della serie TV e del mio personalissimo Gundam W Beyond, eccomi quindi a intrallazzarvi con questo progetto di proporzioni epiche, che spero seguirete e sosterrete fino alla fine∼

Gundam W Frozen Teardrop ⑥ Nocturne Doloroso II


Nocturne Doloroso
MC File 4 ❶

"--Who are you?"
Chiese un bruco verde mentre sbuffava dalla sua pipa ad acqua. Alice non potè rispondere. Chi era stamattina e chi era fino a un momento fa erano due cose completamente diverse.

"I'm not myself, you see?"
--Non sono io, capisci?

"Non capisco."
Il bruco rispose languidamente. Alice sapeva, da parecchio tempo, che il Bruco sarebbe diventato una crisalide e poi una farfalla. Il Bruco non poteva rispondere subito chi fosse, in quel momento.

"Chi sei?"
Chiese di nuovo. Alice era un pò seccata; la sua idea era che prima di chiedere a qualcuno chi fosse fosse richiesto presentarsi per primi. Il Bruco, sbuffando dalla sua pipa, parlò.

"Perchè?"

Tratto da "Alice nel Paese delle Meraviglie" di Lewis Carrol


MC-0022 NEXT WINTER
Il punto di vista si sposta su Trowa, che apre il volume ricordando la sua vita come "arma". Un'arma che non viene usata non ha valore, è un oggetto inanimato, come un sasso. Nel momento in cui il primo uomo ha preso quel sasso lanciandolo contro un nemico, ha creato la prima arma. Ma il sasso non aveva alcun interesse o voglia di diventare un'arma.
Trowa ha vissuto la sua vita così, impersonando "Il Folle" dei tarocchi, lasciandosi usare e manipolare, rassegnandosi alla sua situazione.


Avendo coperto il suo viso da una maschera tutta la vita, e avendo perso un pò della sua anima ad ogni persona uccisa, non vide altro modo di andare avanti se non questo; adesso si faceva chiamare "Doktor T".
Si trasferì con Catherine su Marte nel MC-0014, perchè gli piaceva l'idea di allestire un circo in un posto con un terzo della gravità terrestre. Quando due anni dopo, però, la Federazione Marziana dichiarò la sua indipendenza e vide apparire i primi Mars Suit, capì che quel bambino annoiato aveva trovato il suo sasso ed era pronto a lanciarlo.
Deciso ad opporsi a questa deriva interventista, invitò Catherine a tornare sulla Terra, sapendo quanto odiasse la guerra-- Ma Catherine rifiutò, ricordando le parole di Relena, che la pace non è qualcosa che "ti dà qualcuno", ma qualcosa per cui bisogna combattere, decidendo di restare al suo fianco ed aiutarlo.
Il primo obiettivo era creare dei Mobile Suit che funzionassero da deterrente contro i Mars Suit; scartata l'ipotesi di avvalersi di Mobile Dolls o dei modelli di Vulcanus, requisiti dalla Neuenheim Konzern, non restava che costruirne dei nuovi. La prima cosa che venne in mente a Doktor T furono ovviamente i Gundam, non solo perchè ne aveva dimestichezza, ma anche per il loro ruolo di simbolo di Resistenza.
In quei giorni, fu contattato da Wufei, che ricopriva la carica di comandante del dipartimento marziano dei Preventers, i "vigili del fuoco" del governo terrestre, allertati dalla situazione su Marte.
I due decisero di fare fronte comune, ma la creazione di Gundam ex-novo si dimostrò più ardua del previsto-- Non tanto per la costruzione in quanto tale, quanto per la compilazione del software che ne permettesse il movimento e l'utilizzo: Doktor T e Wufei si resero conto della perfezione raggiunta dai vecchi scienziati.
Raggiunto un punto morto, Doktor T cercò di distrarsi dedicandosi a qualche spettacolo come artista di strada. Durante una delle sue esibizioni fu avvicinato da qualcuno di famigliare-- Si trattava di Quatre.


I due andarono insieme a bere qualcosa, e aggiornandosi, complice la poca tolleranza all'alcol di Quatre, Doktor T viene a sapere che Wufei aveva contattato anche lui dopo aver scoperto che in uno dei satelliti appartenenti alla famiglia Winner erano custoditi i resti dei quattro Gundam che avevano preso parte alla Seconda Guerra Lunare, uno di quegli eventi sepolti dalla storia della Federazione Terrestre.
La richiesta di Wufei includeva che Quatre li aiutasse con la scrittura del programma e il completamento dei modelli visto che all'epoca lui fu l'unico a completare un Gundam da solo; purtroppo però, Quatre con questa richiesta era stato messo davanti alla sua incapacità-- Il completamento del Wing Zero era stato un vero e proprio miracolo sviscerato dal suo odio e brama di vendetta.
Doktor T è dispiaciuto di vedere l'amico in quella condizione. Vorrebbe aiutarlo con tutto il cuore, peccato che non ne avesse uno. Nel dubbio su cosa fare, però, stupito dalla capacità di Quatre di ingurgitare alcol e chiacchierare lucidamente nonostante fosse palesemente sbronzo, gli offrì il suo aiuto, che Quatre accettò sorridente.
Considerando la situazione in cui si trovano, Diktor T ripercorre con la memoria la creazione dei Gundam, per ribadire e riconoscere quanto quegli "scienziati pazzi" fossero in realtà geniali.
Mentre a loro servirono ben 12 anni per completare i loro cinque modelli, facendo due conti, realizzarono che gli scienziati vi impiegarono un terzo del tempo.
Il Wing Gundam Zero fu concluso intorno al A.C 186, e in seguito, nel A.C 190 fu completato il primo prototipo dello Snow White, mentre il Wing Gundam definitivo fu rilasciato nel A.C 194. Se poi consideriamo che la costruzione del Vayeate e del Mercurius presso OZ occupò solo un paio di mesi, diventava evidente la differenza in abilità.
La scoperta di uno dei Gundam ancora in circolazione avvenne nel First Winter al M.C 21: si trattava del Gundam Epyon, custodito nella Repubblica di Lanagrin. Wufei riuscì ad aggirare il sistema di sicurezza ed appropriarsi dei dati dello ZERO System sviluppato da Treize, facilitando di molto il loro lavoro.
Una volta risolto il problema dei Mobile Suit, si presentò quello dei piloti, ma con Quatrine, Phobos, Duo e Heero il problema sembrava risolto-- Quello che non era stato preventivato era stata la fuga di Quatrine con il Prometheus, dimostrando come i loro oppositori fossero molto più ben preparati e organizzati di loro.
In quel momento, Doktor T si trovava a bordo dello Showhook 2 con Catherine e il Professor W all'inseguimento della nave marziana, e si interrogava sulle dinamiche della battaglia.
Era probabile che i modelli delle forze marziane non lavorassero di concerto con i fratelli Peacecraft e Quatrine, visto la loro rapida uscita di scena.
Arrivati presso il Monte Olimpo, Doktor T realizzò che i modelli marziani erano stati messi fuori uso dai nano-defensor del Tallgeese Heaven di Vento di Cirene.
Attraccando sul Voyage, vi trovarono Wufei e Phobos, esausti dallo scontro; Heero e Duo si unirono dopo.
Il rumoroso Duo non era in vena di assistere alla riunione tra i vecchi compagni, e chiese con insistenza se quel cesso del Voyage potesse raggiungere la nave marziana.
Doktor T chiese l'intervento di Catherine, che procedette a prendere a pizze sia Heero che Duo, insegnandogli come ci si dovesse comportare-- Specialmente Duo necessitava di una bella lezione di buone maniere!


Duo ribattè dicendo che non era sua abitudine prendersela con le donne, e Doktor T chiese scherzando se questo si applicasse anche alle donne della famiglia Peacecraft-- Certo che no, rispose Duo, quelle erano nemici!
Mentre Heero veniva accompagnato in una capsula per riprendersi dallo scontro, Professor W constatò che alla fine avrebbero dovuto fare affidamento su Duo per l'inseguimento, visto che era quello con ancora energia da vendere. Doktor T annuì, constatando di aver fatto troppo affidamento sulle capacità di Heero sottovalutando le conseguenze che il lungo coma criogenico avevano avuto sul suo corpo.
Duo non era nella pelle, stravedendo all'idea di poter uccidere Relena, ma Doktor T gli ricorda che Relena non è un avversario così insignificante; dopo aver tracciato il percorso della nave marziana che custodiva il Prometheus, il Voyager procedette col lancio del Warlock di Duo all'inseguimento.
Arriva la comunicazione che dall'isola Elysium sono stati lanciati 12 Mars Suit, e Duo immediatamente li collega alle "Merciless Fairies" di Naina, pronto per un faccia a faccia con la sorellona!
Mentre Catherine, Doktor T e Professor W controllano la situazione sui monitor, Naina, a bordo della sua Queen of Hearts, dimostra di saper leggere i movimenti del Warlock nonostante la tempesta magnetica.
I due entrarono ben presto in contatto, ingaggiando un avvincente scontro all'arma bianca scambiandosi inquietanti convenevoli.
Lo scontro si fa sempre più accesso e violento, e gli spettatori dei Voyager rabbrividirono ad immaginare una pilota con l'abilità di Naina a bordo del Prometheus: il Queen of Hearts era certamente meno avanzato tecnologicamente di un Gundam, ma pensare che potesse tenere a bada in quel modo il Warlock-- L'azione però non rispecchiava l'audio, e se non si fosse guardato lo schermo sarebbe sembrato quasi che i due fossero a un pic-nic, con Naina ad elencare le leccornie che si era portata dietro e Duo a lamentarsi di da quanto tempo non vedesse Sorella Hilde e fosse costretto ad andare in giro con quel Father di merda--
Utilizzate senza risultato tutte le sue mosse migliori, Duo contattò lo Showhook 2 per proporre una tregua; facendo questo, rese nota la posizione della nave alle Fairies, che si lanciarono immediatamente all'inseguimento-- Ace of Spades! Jack of Spades! --E a seguire Eight of Hearts, Eight of Diamonds, Eight of Spades, Eight of Clovers--!
Con queste carte sarebbe stato davvero difficile cavarsela con l'unico "Jolly" del Warlock--

MC File 4 ❷

Doktor T era preso ad analizzare la situazione, con due Mars Suit adatti al volo che si avvicinavano allo Showhook 2, ed altri quattro modelli anfibi in avvicinamento, mentre il Warlock era in una fase di stasi col Queen of Hearts.
Professor W annota che la situazione era stata orchestrata da Duo: la comunicazione era stata avviata volontariamente, così da allontanare gli altri Mars Suit dal Warlock.


Questa strategia aveva però messo in difficoltà i suoi alleati, che ora non avevano idea di come porvi rimedio; l'obiettivo di Doktor T era infatti "Recuperare il Prometheus", non "Sconfiggere le Merciless Fairies"--!
Mentre pensando al sorrisetto stronzo che in quel momento doveva sicuramente decorare il faccino di Duo sentiva crescere un insolito sentimento di rabbia dentro di sè, Doktor T decise di sfidare anche questa situazione, affidandosi a un atteggiamento passivo; avrebbe cercato di evadere i modelli anfibi sfuggendogli sott'acqua, per poi eventualmente emergere e prendere di sorpresa i modelli aerei.
L'emersione fu preceduta dal lancio di alcuni missili, per vedere la reazione degli avversari, che prontamente bombardarono lo Showhook 2 disturbandone la traiettoria di emersione.
Una volta in volo, Doktor T continuò a sparare nella speranza di centrare i due modelli, ma le Fairies evitarono i colpi con semplicità; oltre alla frustrazione Doktor T dovette ingoiare i commenti sarcastici del Professor W.
Improvvisamente, i due modelli cambiarono rotta e si allontanarono, con lo stupore di Doktor T. Si stavano preparando per assalto spaziale--? O più semplicemente stavano cercando di spingerli a cercare rifugio in acqua?
Nel dubbio, Doktor T accettò la sfida e si rilancia in mare, sapendo di dover far fronte agli altri quattro oppositori.
Professor W intanto continuava con i suoi commenti, constatando che la scelta del collega è decisamente rischiosa, e che non era cambiato di una virgola da quando era ragazzo-- Se invece lui fosse stato il giovane Quatre, avrebbe dimostrato un pò più di delicatezza verso di lui, pensò Doktor T...
Catherine rilevò i quattro modelli anfibi in avvicinamento, e Doktor T diede l'ordine di lanciare due missili di disturbo in grado di ridurre la visibilità del nemico grazie a una schiuma rilasciata su una vasta area.
L'intenzione di Doktor T era costringerli all'emersione, ma i piloti delle Fairies erano a un livello superiore, e risposero al disturbo immergendosi ulteriormente, per trovare rifugio nelle profondità calme del mare.
Lo Showhook ne approfittò per riemergere, mentre Doktor T e Professor W si chiedevano della possibilità di utilizzare lo White Snow e i suoi "Sette Nani", a questo punto--
Doktor T chiese quindi aggiornamenti a Catherine su Duo, che, mostrandogli lo schermo che riprendeva Duo e Naina rimpinzarsi di panini, sollevò una certa perplessità.


Professor W tuttavia, fece notare come gli occhi di Duo non fossero affatto amichevoli, probabilmente stava tergiversando in attesa di condizioni migliori-- Il Warlock dava il suo meglio col buio, ed era la virtù di Duo riuscire a trascinare tutti al suo passo.
Nel frattempo Catherine aveva cercato di rendere più nitida la scena, e Professor W traduceva senza il minimo trasporto la conversazione tra i due.
Duo aveva inscenato un piccolo trucco di magia con un cappello, per poi chiedere dove fosse "Alice".
Naina di tutta risposta chiese chi fosse Alice, e Duo spiegò che ovviamente si trattava della signorina Winner, Quatrine.
Bene, notò Doktor T, adesso avevano un "Cappellaio Matto", la "Regina di Cuori" e "Alice".
Duo continuava con le sue magie, ed ora dai cappelli uscivano conigli, bianchi e bruni-- Alice cercava forse la "Lepre Marzolina"..?
Doktor T incitò quindi Professor W a entrare nello Snow White, ma mentre l'uomo cercava di sbloccare il codice di riconoscimento di Heero, Doktor T e Catherine vennero sopraffatti da una delle allucinazioni del Warlock, dove una minacciosa luna piena si stagliava alle sue spalle, e il Gundam appariva pronto all'azione con le sue due falci ai raggi nei pugni.
Mentre Queen of Hearts non dava segni di reazione, probabilmente perchè danneggiata dalle nanomacchine del Warlock, Catherine registrò l'arrivo di altri cinque Mars Suit sul campo di battaglia-- Si trattava di Ace of Diamonds e Ace of Clubs, seguiti da Six of Spades, Six of Diamonds, and Six of Clubs!
Duo tagliò quindi le comunicazioni con lo Showhook 2 per concentrarsi sugli avversari in condizioni ottimali, mentre anche Ace of Spades e Jack of Spades si univano all'"Incubo dello Stregone"!
Utilizzando le allucinazioni delle sue armi alle nanomacchine, Duo mise fuori gioco con facilità i piloti di quattro Mars Suit, opprimendoli in uno stormo di pipistrelli.
I "Six", dotati di artiglieria pesante per il combattimento terrestre si fecero quindi avanti, portando un triplo attacco ai raggi, ma l'unica cosa che riuscirono a colpire fu il mantello del Warlock, che andò dissipandosi rivelando un'altra illusione.
Le Fairies cercarono di riorganizzarsi, ma Duo attirò la loro attenzione-- Nel cielo si stagliavano adesso cinquanta Warlock.
Ogni volta che i Six abbattevano un Warlock falso, questo si riformava, aumentando la loro frustrazione e facendogli sprecare energia.
Una volta esaurita la potenza di fuoco e la voglia di combattere, il vero Warlock, tenutosi nascosto presso l'ombra del vulcano, uscì allo scoperto per distruggere i nemici con le sue falci ai raggi.
Dopotutto, il Jolly era sempre la miglior carta da avere nella propria mano, anche se non valeva nulla--!
In quel momento, Mille aprì una comunicazione con lo Showhook 2 richiedendo un contatto-- Il cargo che stavano quindi cercando di raggiungere gli era venuto incontro!
Sorprendentemente, Mille iniziò ad esibirsi nel notturno "Clair de Lune" attraverso una tastiera virtuale all'interno del cockpit della nave; oltre a scatenare delle emozioni anche nel cuore frigido di Doktor T, si trattava un sistema di hackeraggio che bloccò i comandi dello Showhook 2--!


A quel punto apparì Quatrine sullo schermo, che pur confessando che i suoi vecchi compagni le mancavano, sperava nella loro comprensione per la sua battaglia per la pace.
La ragazza discese quindi col Prometheus per fronteggiare il Warlock.
Il Prometheus era dotato di un mantello protettivo verde, per proteggerlo dalle nanomacchine del Warlock, e Doktor T si stupì dell'accessorio, visto che non ne aveva creato uno per quel modello; Quatrine rivelò che le era stato donato proprio da un vecchio compagno, e di tenere alta la guardia perchè nel loro gruppo c'era un altro traditore--
Doktor T rifiutò di contemplare un'eventualità del genere, e mentre Duo si preparava ad attaccare il Prometheus, Quatrine lo metteva in guardia sulla maggiore potenza di fuoco del suo Gundam-- E quando Duo la sfidò passando all'assalto impugnando le sue armi ai raggi, il Prometheus rivelò il missile custodito nel fondo del suo lanciamissili a forma di croce.
L'esecuzione di "Claire de Lune" terminò in concomitanza dell'esplosione, mentre le illusioni dello Stregone svanivano e il buio tornava sul campo di battaglia.

MC File 4 ❸

L'"Operation Mythos" fu ideata per porre fine ai conflitti cronici che affliggevano Marte.
Non solo l'After Colony, infatti, ma anche il Mars Century si era mostrato incapace di applicare il "pacifismo totale"; tra i fattori scatenanti, il risveglio di Relena, che portava con sè la funzione "P.P.P." ("Perfect Pacifism Program").
Il problema di questo "pacifismo totale" è che, promuovendo la non-violenza e la demilitarizzazione, d'altra parte rimuoveva la libertà e indipendenza, non ammettendo "eccezioni".
Era il caso de Preventers, che mantenendo la pace attraverso combattimenti mirati rappresentano una minaccia per il sistema promosso dai sostenitori di Relena, quando tutti erano coscienti dell'impossibilità di mantenere la pace senza tenere sotto controllo le rivoluzioni che si nutrivano della creazione di armi.
Allo stato attuale, la maggior minaccia per l'umanità individuata dai Preventers era proprio il P.P.P., perchè la sua attivazione gravava sulla vita del miliardo di abitanti di Marte, abitanti che non avevano alcuna associazione militare.
Nessuno sapeva quando questo progetto fosse stato finalizzato e reso operativo, ma si sapeva cosa fosse: delle nanomacchine iniettate nel corpo degli abitanti che, a un certo segnale, si accumulavano nel sistema circolatorio umano causandone morte per infarto o ictus; si sapeva come fosse stato somministrato: attraverso il vaccino obbligatorio per proteggere la popolazione dalle malattie endemiche del pianeta; si sapeva chi ne fosse stato il promotore: quel Dixneuf Neuenheim a capo del governo federale marziano come primo presidente sotto le mentite spoglie di Milliardo Peacecraft, e si sapeva come si sarebbe attivato: con la morte di Relena.
Dixneuf ambiva a garantirsi il potere assoluto, e di concerto con i P.P.P ("Perfect Peace People"), si era prodigato nell'applicazione del Progetto, tenendo in pugno Relena come garanzia.
Relena e i Preventers erano venuti a conoscenza del Progetto nel A.C 197, durante il diciasettesimo compleanno della ragazza, quando un'organizazzione chiamata "Epyon do Thelos" irruppe nel castello di Cinq. Da quel momento, le condizioni furono chiare, la morte di Relena avrebbe ucciso chiunque avesse quelle particolari nanomacchine nel corpo-- E visto che questo genere di tecnologia era applicata sia sulla Terra che sulle Colonie, si sarebbe trasformata in una vera ecatombe; l'unico modo per arginare l'attivazione del programma era garantire a Relena una morte dolce e volontaria; per questo si era pensato di addormentarla nella capsula criogenica, e per questo Heero si era offerto di seguirla. --Evidentemente aveva già preventivato l'ingrato compito che lo aspettava.
Decenni dopo, nella Next Spring del M.C 22, Relena fu risvegliata. Non si sapeva chi e perchè l'avesse fatto, ma si sarà trattato senz'altro di una situazione d'emergenza.
In ogni caso, l'amara conclusione dell'Operation Mythos sarà che Marte tornerà sotto il controllo terrestre. La strada dei Preventers era solitaria e ingiusta, ma questa era la strada di chi sapeva solo combattere e sceglieva di farlo.
Al momento, il combattimento non era ancora finito, infatti.
Adesso il Prometheus si stagliava contro lo Showhook 2, ma non dava segni di voler attaccare ed era, anzi, in attesa.
Quando il Warlock sparì nell'oceano vittima del missile che il Prometheus gli aveva scagliato contro un momento prima, fu chiaro il perchè dell'esitazione di Quatrine.
Mentre la ragazza era dispiaciuta, però, Doktor T sembrava piuttosto tranquillo della condizione di Duo--
Prometeo nella mitologia greca era associato al "tradimento", ma tradendo i Titani non aveva forse aiutato gli Umani..? Che anche il Prometheus, tradendo Marte potesse diventare un eroe per la Terra..?
Quatrine puntò la sua arma contro lo Showhook 2, chiedendone la resa.
Doktor T era rassegnato alla sconfitta, ma questo non voleva dire che avrebbe deposto le armi. Questa posizione confuse Quatrine, che trasalì realizzando che suo fratello, il Professor W, fosse a bordo dello Snow White.
"Rot" fu lanciato dal Sieben Zwerg, e andò immediatamente ad aggredire il Prometheus che cadde a terra, col mantello protettivo parzialmente danneggiato dalle fiamme.
Mentre Professor W preparava il secondo colpo, Quatrine lo interrogò sulle sue intenzioni; era infatti certa che anche lui avesse tradito i Preventers e agisse come spia nell'organizzazione; Professor W di tutta risposta le ricordò la discussione che ebbero tempo prima nell'ospedale gestito da Iria, dove lavorava, e a cui aveva assistito anche Doktor T.
Professor W chiese a Quatrine se era convinta di voler vivere come aveva scelto.
Quatrine confermò, con una punta di paura. Ricordava che Quatre le aveva detto che trovare la risposta a una simile domanda l'avrebbe portata alla morte.
Quatre le ricordò con freddezza che la sua risposta fu che solo vivendo poteva trovare la risposta a quella domanda.
Anche Quatre aveva perso la capacità di piangere.
Quando Quatrine confermò che la risposta che aveva trovato era garantire la felicità di tutti, anche dei suoi ex-compagni, lui incluso, Professor W rilasciò il "Blau" del Sieben Zwerg, e il Prometheus fu investito da una gelida fiamma azzurra che ne bloccò i movimenti e corrose l'armatura.
Professor W constatò la sconfitta del Prometheus, e con un velo di tristezza Doktor T ammise che sarebbe stato davvero opportuno riavere indietro il Quatre gentile che conosceva.
Doktor T si stava quindi dirigendo sullo Sheherazade per recuperare il Prometheus, quando il suono di un violino lo fece trasalire: a bordo del modello si trovava il suo doppio, Phobos.
La ragazza si stupì quasi quanto Doktor T, che intimò a Phobos di scendere dal modello, una macchina dalle forme sinuose perfetta per il combattimento ravvicinato-- Ma Phobos rispose che era tornato a chiamarsi "Senza Nome", che a quanto pareva voleva dire addio a Quatrine non come una persona, ma col vecchio status di un cencio da buttare.
Sheherazade saltò fuori dalla stiva dello Showhook 2 con un elegante balzo che disegnò un arcobaleno nel cielo, grazie alla mimetizzazione ottica dell'armatura del modello, arrangiata come i veli di una danzatrice nella sua incompletezza.
La danza triste ma implacabile di Sheherazade intorno al Prometheus ne danneggiò giunture e articolazioni, rendendolo inutilizzabile.
Quatrine, ormai sfinita dai combattimenti, perse i sensi nel cockpit, nello strano abbraccio dello Sheherazade.
Dopo aver guardato la scena con amarezza, Doktor T si chiese delle condizioni di Duo.
Catherine aveva la risposta, essendo rimasta in comunicazione col Warlock: una volta caduto in mare se l'era vista con le Merciless Fairies, ma sembrava fosse riuscito a sconfiggerle, nonostante i danni ricevuti.
Mentre Doktor T si accertava della possibilità di Duo di rientrare mentre Senza Nome metteva in sicurezza il Promethus, la comunicazione fu troncata e Mille apparve sullo schermo dello Showhook 2: abbandonare Quatrine era fuori discussione.
Mentre Doktor T prendeva i comandi della nave per reagire, si rese conto che lo Showhok 2 era già stato hackerato.
Mille mostrò la sua natura fredda intimando al vecchio di starsene zitto, visto che non sapeva niente.
Realizzata la sconfitta, Doktor T intimò ai compagni la fuga, ma Catherine rifiutò.
Doktor T voleva autodistruggere lo Showhook 2 , sperando di scamparla nell'esplosione, ma a quanto pare avrebbe dovuto includere Catherine nel suo disegno-- Mentre procedeva ad attivare l'esplosione, venne però bloccato da Heero, che avrebbe dovuto riposare nella sua capsula del Voyager.
C'era sempre un'alternativa alla morte, ormai l'aveva imparato anche lui.
Doktor T non nascose la sua perplessità, ma Heero suggerì di arrendersi. In questo modo sarebbero stati portati ad Elysium, dove avrebbe avuto l'occasione di incontrare Relena.
Doktor T gli chiese se pensava di essere davvero in grado di ucciderla, e Heero confermò la sua intenzione, mentre una singola lacrima rigò il suo volto.
Sembrava proprio che Heero fosse l'unico ancora in grado di versare lacrime calde tra di loro.

Entracte Precordiale
Preventer 5 ❶

AC-196 December 26
Un colpo raggiunse Dekim, sparato dal suo sottoposto, che, affermando di aver giustiziato il traditore, si scusò con sua eccellenza Treize.
Mentre Relena corse da Mariemaia per prestarle soccorso, la bambina trovò la forza di scusarsi per il suo comportamento, cullata nel sonno dalla musica di un carrillon.
Relena si volse verso la fonte della musica per trovarsi davanti Heero, con un carillon in una mano e una pistola nell'altra; era arrivato fin lì per porre fine alla minaccia di Mariemaia.
La ragazza cercò di reagire, ma Heero fu più veloce. Fortunatamente però, la pistola era priva di proiettili e lo sparo andò a vuoto.
Conclusa la sua missione, Heero potè finalmente abbandonare la maschera del soldato, e mostrare il viso sfinito di un ragazzo; Relena lo prese tra le braccia prima che svenisse sul pavimento.
Mentre Lady Une allertava i soldati di fare il possibile per Mariemaia, Heero, privo di sensi nell'abbraccio di Relena, le affidava finalmente la sua innocenza e vulnerabilità.

AC-197 January
Duo, Quatre e Trowa assistettero alla distruzione dei loro Gundam sulla Terra. Adesso che i conflitti erano terminati, non c'era più bisogno della loro esistenza.
Ora che anche Trowa aveva realizzato di avere un'identità e un posto a cui tornare, i ragazzi si congedarono uno dall'altro per trovare la propria strada nello spazio.
Anche Wufei, per conto suo, stava dicendo addio a Nataku; avvicinato da Sally, venne invitato a diventare un Preventer.

AC-197 February
Zechs e Noin erano diretti verso Marte, in seguito all'annuncio di Relena di voler riprendere il progetto di terraforming del pianeta accantonato anni prima.
Noin aveva sentimenti contrastanti, mentre confermava di voler seguire Zechs in questo nuovo mondo-- Il promotore del terraforming marziano era stato suo padre, Nove Neuenheim, con cui Noin aveva un pessimo rapporto; l'iniziativa di Relena certamente avrebbe riportato alla ribaltala sua famiglia e i loro biechi interessi utilitaristici... Come membro dei Preventer era suo obiettivo tenere sotto controllo la situazione in prima persona.
Nel frattempo, Zechs era seccato dal ricordo del Gundam Epyon nascosto su Marte che aveva affidato al suo compagno, Elve Onegel... Era fondamentale recuperarlo e distruggerlo, così come avevano fatto gli altri piloti di Gundam sulla Terra.
I due restarono in silenzio, i loro cuori uniti ma distratti da grandi ideali.

AC-197 March
Dopo la ribellione di Mariemeia, Relena decise di abbandonare la scena politica, e si ritirò a vita privata prendendosi cura di Heero nella sua magione, passando delle giornate serene.
Il suo ritiro dalla vita politica era però temporaneo. A tre anni da qui, quando sarà ventenne, il suo l'obiettivo sarà concorrere per diventare Presidente dell'ESUN; non le importava se i suoi oppositori penseranno che sia troppo immatura, il suo obiettivo di migliorare la vita delle persone è restato immutato. Heero si ritrovò a concordare con la visione della ragazza. A questo proposito, le suggerì di concorrere col cognome "Darlian", e non "Peacecraft", perchè su quest'ultimo gravava il fardello simbolico del pacifismo, non della politica.
Mentre Relena iniziò quindi a darsi da fare con questo nuovo progetto in mente, Heero aveva già fatto perdere le sue tracce, lasciando un orsachiotto nella stanza di Relena in sua vece.
Per il periodo che includeva il suo compleanno, Relena decise di organizzare un simposio sul pacifismo.

AC-197 April 7
Quel giorno erano in atto i preparativi per il simposio di Relena, in una Terra ormai pacificata.
Il banchetto aveva un aspetto molto sobrio nonostante la carica che aveva detenuto un tempo la ragazza, e la lista dei partecipanti era decisamente selezionata. Tra questi mancavano però sia Heero che Milliardo.
Nel mentre della presentazione, degli uomini armati fecero irruzione nel palazzo; Relena chiese spiegazioni, e tra i dissidenti notò una persona con le fattezze simili a suo fratello, che però la ragazza sapeva istintivamente non essere Milliardo... L'uomo le rispose con un eclatante silenzio.
Solo qualche ora dopo un ufficiale del governo di Bruxelles ricevette una comunicazione da parte dei "Epyon De Telos" ("Lo Scopo Successivo") riguardo gli ostaggi nel castello, e la richiesta della liberazione dei loro camerati imprigionati, la condivisione pubblica della Clausola Segreta 203, Parte 51 e il relativo scioglimento dell'agenzia cui faceva riferimento e il budget degli anni A.C 196-197 della suddetta agenzia come riscatto.
Se le loro richieste non fossero state accolte, il risultato sarebbe stato il bombardamento di Sanc attraverso un ordigno nucleare sottratto alla Federazione.
La Clausola menzionata dai terroristi faceva riferimento a nient'altro che i Preventers; visto che sciogliere l'agenzia e diffonderne le informazioni al pubblico era escluso, la palla fu passata direttamente a Sally e Wufei.
La prima cosa che fecero i due fu accertarsi dell'esistenza dell'ordigno nucleare, e la sua esistenza e pericolosità fu facilmente confermata.
Adesso non restava che decidere come affrontare la faccenda, e Wufei si prese questa responsabilità. Naturalmente la soluzione era affidarsi ai suoi vecchi compagni.
Il primo ad essere contattato fu Duo, che secondo le info raccolte da Wufei lavorava come rigattiere su L-2.
Sally raggiunse l'abitazione, ma vi trovò Hilde che non aveva idea di dove fosse il suo compagno. Sally riuscì a intercettarlo grazie al suggerimento di Wufei di provare in un posto da dove si vedesse la Luna-- Una volta intercettato e ottenuta l'attenzione del ragazzo, Sally gli promise una sostanziosa ricompensa in cambio della collaborazione.
Il prossimo fu Quatre, a cui pensò Wufei in persona. Il ragazzo era alle prese con la gestione della Winner, e pur essendo molto brillante l'analisi delle scartoffie proprio non gli si addiceva. Appena riconosciuto l'amico, Quatre accettò entusiasticamente di aiutarlo abbandoando di corsa la scrivania.
Infine, Wufei e Quatre si recarono presso L-5 per riaccattare Trowa, in procinto di esibirsi in uno spettacolo circense. Il ragazzo accettò immediatamente di aiutarli, mentre Catherine, pur redarguendo quelle facce conosciute, lasciò che il fratello si unisse ai suoi vecchi compagni.
Il giorno del compleanno di Relena passò senza novità, con i ragazzi in dirittura di arrivo sulla Terra; il loro ritorno fu soprannominato "la Seconda Operation Meteor", perchè, se avevano già fatto varie volte avanti e indietro dalla Terra, quella volta erano tutti insieme.

AC-197 April 9
Sally e Duo stavano rientrando a bordo di uno shuttle; purtroppo non erano riusciti a trovare Heero, ma Quatre, in comunicazione coi due, prese la cosa con leggerezza, tranquillizzandoli; non c'era dubbio che anche Heero si sarebbe fatto trovare sul posto.
Mancavano otto ore alla scadenza del ricatto. I Preventer avevano allestito una base temporanea su una delle navi attraccate al porto di Sanc Kingdom. I ragazzi stavano constatando la situazione quando Trowa rientrò dalla sua ricognizione delle vicinanze del castello, segnalando le posizioni delle telecamere e i loro punti morti.
Mentre Quatre cercava di capire dove fossero tenuti gli ostaggi, tutti concordarono che questa missione poteva dirsi compiuta solo se nessuno vi avesse perso la vita.
Nel frattempo, gli ostaggi erano stati separati in gruppi da cinquanta persone in punti differenti del castello. Gli ostaggi più preziosi, ovvero Relena, sua madre Marlene e il fedele Pagan furono condotti nel rifugio anti-atomico del castello.
Relena fece desistere Pagan da ogni tipo di resistenza nel timore che ne facessero le spese gli altri ostaggi. Una volta arrivati nel rifugio, trovarono il misterioso biondo in loro attesa.
Pagan vedendolo trasalì, scambiandolo per Milliardo, ma Relena era certa che quell'uomo non fosse suo fratello. Sorridendo beffardo, l'uomo si presentò come Dixneuf Neuenheim, una persona che desiderava la pace per la Sfera Terrestre e Marte.
Relena gli intimò i motivi del sequestro, e Dixneuf ammise di aver bisogno del suo aiuto per l'attivazione di un certo programma.
L'uomo le porse quindi un piccolo portatile piuttosto antiquato, sul cui schermo capeggiava l'animazione di un gatto che rispose con un miagolio.
Pagan, terrorizzato, riconobbe Sam.
Nel frattempo Sally e Duo si erano trasferiti su un VTOL, e avevano raggiunto la nave dove si erano rifugiati gli altri.
Duo chiese se Heero fosse già lì. Gli rispose Quatre sorridendo, affermando che era appena arrivato.
Un secondo dopo un Cancer emergeva dal mare in prossimità della nave; Heero ne uscì scusandosi per il ritardo, mentre Quatre gli diede prontamente il benvenuto.
Sally si stupì ed allarmò alla vista del Cancer, considerando che i mobile suit erano stati tutti distrutti, ormai, ma Wufei si limitò a constatare che sicuramente si trattava di un modello arrabattato alla buona e meglio con materiali di scarto.


Heero salì sulla nave utilizzando un cavo ancorato al VTOL dando un'ennesima prova di prestanza fisica, e una volta zittito Duo, chiese a Quatre di aggiornarlo sulla situazione.


Commento di approfondimento

Eccoci di ritorno per il nostro approfondimento mensile!
Oggi vi dimostrerò di essere un'estimatrice di serie mecha parlandovi, una volta tanto, di mecha 😍
Ricapitoleremo quindi tutti i modelli che abbiamo incontrato finora nel Mars Century∼!

MOBILE SUITS
Creati per essere contrapposti ai "Mars Suit" della Federazione Marziana, questi modelli sono basati sui progetti dei Mobile Suit dell'epoca scorsa.
Vista la completa distruzione dei Mobile Suit negli anni seguenti la pacificazione dopo la ribellione di Mariemaia, la loro costruzione fu decisamente tribolata e nel più dei casi, il loro completamento è stato occasione di fortunate coincidenze.
I Gundam, ricostruiti da Doktor T e Professor W, sono basati sui vecchi progetti dei prototipi del modelli in seguito utilizzati nell'Operation Meteor, conservati presso un satellite minerario di proprietà della famiglia Winner.
L'Epyon, prototipo del modello sviluppato da Treize, è stato nascosto su Marte da Elve, compagno di Zechs durante la loro fuga; i dati del suo Zero System verranno poi hackerati e riutilizzati per sviluppare il sistema operativo di Nataku (l'Epyon Bai di Wufei).

SNOW WHITE ("Biancaneve") - Uno dei modelli sviluppati da Professor W, simile al Wing Zero Custom. E' pilotato da Heero.
E' equipaggiato con uno Zero System che può essere attivato o disattivato secondo la volontà del pilota.
E' dotato di una speciale Buster Rifle a forma di balestra; questa può essere equipaggiata con i Sieben Zwerg ("Sette Nani"), armamenti modulari in grado di effettuare attacchi specifici molto particolari; finora ne abbiamo visto gli effetti di due, "Rot" (attacco ad alta temperatura) e "Blau" (attacco a bassa temperatura).
Lo Snow White è inoltre equipaggiato con uno Stealth Mantle ideato da Doktor T che gli permette non solo di operare nonostante le tempeste magnetiche marziane, ma fornisce anche una protezione per gli attacchi delle nanomacchine.
WARLOCK ("Stregone") - Uno dei modelli sviluppati da Professor W, simile al Deathscythe. E' pilotato da Duo.
Si tratta di un Mobile Suit paraculo che fa dell'incursione percettiva il suo punto di forza; il Warlock è in grado di hackerare i sistemi dei Mars Suit a distanza, e se questo gli permette di disabilitare del tutto i Mobile Doll, nei modelli più sofisticati con un pilota, è in grado di manometterne l'apparato visivo, creando delle allucinazioni che fiaccano la sensibilità del pilota; si serve di un sistema di nanomacchine per metterlo in atto.
Le sue armi sono due Beam Scythe usate in coppia.
Anche lui è stato dotato di uno speciale Stealth Mantle protettivo ideato da Doktor T.
PROMETHEUS - Uno dei modelli sviluppati da Doktor T, completo all'80%. E' stato trafugato da Quatrine.
E' basato sul Heavyarms, e come lui il suo punto di forza è il combattimento a lunga distanza grazie all'artiglieria pesante di cui è dotato.
La sua arma caratteristica è un enorme lanciamissili a forma di croce che il Prometheus porta sulla spalla.
Questo modello non era originariamente dotato di uno Stealth Mantle, ma Professor W ne realizzò uno.
Come il Heavyarms Kai, anche il Prometheus ha il viso parzialmente coperto da una maschera.
SHEHERAZADE - Uno dei modelli sviluppati dal Doktor T, completo all'80%. E' pilotato da Phobos.
E' basato sul Sandrock, quindi il suo punto di forza è il combattimento a distanza ravvicinata.
Ha un aspetto molto insolito, e lo stile di combattimento di Phobos, educato all'arte circense, lo fanno sembrare una danzatrice del ventre; la sua arma è il Jambil, un pugnale corto realizzato di un metallo speciale detto "lega MG". Anche questo modello è dotato di Stealth Mantle.
GUNDAM EPYON ("Epyon Ares") - L'Epyon "originale" nascosto da Elve, amico di Zechs, su Marte.
Quando Zechs si reca su Marte per distruggerlo scopre che è già stato scoperto e recuperato da Dixneuf, e affidato allo "Zechs" della Repubblica di Lanagrin.
Le sue specifiche, armamento ed aspetto sono gli stessi dell'Epyon dell'After Colony.
GUNDAM EPYON BAI ("Epyon White", "Nataku") - Basato sui dati trafugati dall'Epyon originale custodito nella Repubblica di Lanagrin, questa terza incarnazione di Nataku è un Epyon dipinto di bianco ed azzurro, i colori di Treize.
E' dotato di Zero System compilato sulla base di quello dell'Epyon originale E' equipaggiato con Dragon Hang sul braccio destro, che in modalità Mobile Armor gli dà l'aspetto di un drago a tre teste.
Come arma ha il Beam Trident dell'Altron, che in modalità Mobile Armor diventa la "coda" del drago. E' impiegato per combattimento ravvicinato.
TALLGEESE HEAVEN - Modello realizzato con le parti del distrutto Tallgeese II di Treize, recuperate e riarrangiate da Vento di Cirene con le nuove tecnologie.
E' dotato di Dober Gun, Beam Saber e scudo, ma la sua peculiarità è il sistema Nano-Defensor in grado di disabilitare le Mobile Doll grazie a un attacco sferrato con speciali nanomacchine; si tratta di un sistema ideato da Treize per affrontare le Mobile Doll, ma sviluppato solo in tempi recenti. Le particelle vengono liberate attraverso una suggestiva luce dorata.
--In molti confondono il Tallgeese Heaven col Tallgeese Flugel di Glory of Losers... Nooo! Heaven non ha le "ali" del Wing come il Flugel! --Ricordano di più quelle del Hi-Nu.

MARS SUITS
Questi modelli furono creati in seguito alla dichiarazione di indipendenza dalla Federazione Terrestre da parte del governo marziano, inizialmente per mantenere l'ordine pubblico, in seguito per applicare la legge marziale col declino della condizione sociale sul pianeta.
I modelli furono creati utilizzando dati e scarti provenienti da Vulcanus, un vecchio satellite-industria di OZ dedicato alla manufattura di Mobile Suit scoperto dalla Neuenheim Konzern; nell'aspetto questi modelli ricordano molto i Virgo.
Finora abbiamo incontrato il 909° Squadrone Speciale Indipendente delle forze Federali Marziane guidato da Naina, detto Merciless Fairies.

QUEEN OF HEARTS - Unità del comandante dello Squadrone Speciale Merciless Fairies, è pilotato da Naina.
ACE OF SPADES e JACK OF SPADES - Mars Suit per il combattimento aereo. Vengono soprannominati "Black Jack" da Doktor T e Professor W.
ACE OF DIAMONDS e ACE OF CLUBS - Mars Suit per il bombardamento aereo.
EIGHT OF SPADES, EIGHT OF HEARTS, EIGHT OF CLUBS e EIGHT OF DIAMONDS - Mars Suit per il combattimento subacqueo. Professor W li associa alla mano "Rivoluzione" del Daifugo.
SIX OF SPADES, SIX OF CLUBS e SIX OF HEART - Mars Suit ad artiglieria pesante per il combattimento terrestre. Doktor T li associa al "Numero della Bestia".

MOBILE DOLLS
Modelli privi di pilota impiegati sia dal governo marziano che da unità ribelli indipendenti.

MAGANAC - I quaranta mobile suit controllati da Quatrine. Attraverso l'unità principale, "Rashid", le è possibile controllare tutti gli altri.
VIRGO IV - Mobile dolls impiegati dal governo federale marziano. Sviluppati da Dixneuf Neuenheim sulla base delle informazioni recuperate da Vulcanus, sono più potenti dei loro corrispettivi dell'After Colony; sono dotati dei nuovi Neo Planet Defensor e Beam Cannon che gli permettono di tenere testa ai Gundam.

Nessun commento