Home Top Ad

[DIGEST] Gundam Iron-Blooded Orphans: Urdr Hunt ① Hajiroboshi

Share:
Come un fulmine a ciel sereno, dopo anni di latitanza, l'app Gundam Iron-blooded Orphans G e la conseguente distribuzione di Urdr Hunt (機動戦士ガンダム 鉄血のオルフェンズ ウルズハント, Mobile Suit Gundam Tekketsu no Ophans: Urdr Hunt) fece capolino sugli smartphone giappi nel Novembre del 2022.

In molti attendevano novità su Urdr Hunt, il nuovo progetto targato Iron-blooded Orphans, e altrettanti sono rimasti delusi dopo aver realizzato come non si trattasse di un nuovo anime, ma di un ibrido visual novel con parti animate e parti giocate, e oltretutto limitato al mercato giapponese.

Visto che a Gundamverse.it siamo ferventi sostenitori degli Orfani e il progetto ci sembra comunque valido ed interessante come risorsa di informazioni per il Post Disaster, abbiamo deciso di fornirvi questa guida esaustiva con riassunto degli episodi, schede di personaggi, mecha coinvolti, le immancabili riflessioni del caso e qualche curiosità.
Ogni "capitolo" di Urdr Hunt è diviso in due "episodi" rilasciati ad intervalli irregolari, in modo da offrire un capitolo al mese. Per comodità e continuità nei nostri Digest accorperemo i due episodi in un unico articolo, trattandoli effettivamente come un "capitolo" completo.

Ogni "episodio" ha una durata media di una ventina di minuti. A seconda dell'impostazione della difficoltà dei combattimenti all'interno del gioco, la durata media di un "capitolo" si aggira intorno all'oretta.
Come sempre, vi ricordo che gli episodi sono disponibili con sottotitoli in Inglese su Youtube!

La data di rilascio del primo episodio coincide con l'inaugurazione della game app, il 15 Novembre 2022.
Collocato tra la fine della prima stagione e l'inizio della seconda stagione televisiva, esattamente nel P.D. 323, si intitola "Hajiroboshi Pt.1" (端白星 前編, Hajiroboshi Zenpen) ed è ambientato su una colonia orbitante di Venere, Radonitsa.

L'episodio si apre con una sequenza animata dove vediamo il protagonista, Wistario Afam, e Demner, il suo braccio destro, impegnati nel controllo dell'impianto idrico della colonia.


Wistario Afam
Doppiatrice: Rina Ikoma

Un ragazzo rimasto orfano dei genitori che vive nella colonia Radonitsa. Ha ereditato dai nonni la Afam Company Equipment che si dedica alla manutenzione della colonia; ha una personalità gioiosa ed estroversa e il suo sogno è trasformare Radonitsa in una popolare attrazione turistica.


Demner Kitaco Jr.
Doppiatore: Ken'yu Horiuchi

Un uomo severo e taciturno che si è occupato dell'educazione ed istruzione di Wistario fin dalla sua nascita; nonostante l'aspetto arcigno è solito viziare il ragazzo.
Ha curato per lungo tempo la manutenzione del Hajiroboshi, una macchina misteriosa scoperta e custodita dal nonno di Wistario.
E' solito riferirsi al ragazzo con "waka" (若), con cui solitamente ci si riferisce rispettosamente al figlio di qualcuno di importante, probabilmente in veste di responsabile della Afam.

Mentre Wistario afferma di avere un brutto presentimento e di tornare indietro il prima possibile, dei Mobile Suit vengono mostrati in avvicinamento alla colonia, in puro stile Gundam storico.
Messi davanti alla situazione di un inaspettato attacco da forze ostili, Demner suggerisce di lasciare al Gjallarhorn la difesa della città, mentre Wistario spinge per entrare in azione, convinto che al Gjallarhorn importi solo di preservare l'integrità della prigione, interessandosi poco o nulla delle zone abitate dai comuni cittadini.

UGY-R38

Spinner Rodi
Mecha-designer: Ippei Gyoubu

Si tratta dell'unità utilizzata dalla squadra di Range.
Esistono vari modelli del Rodi Frame, tra i più utilizzati nello spazio come nella sfera terrestre grazie alla loro facilità di manovra e semplicità di manutenzione.

AEB-06L

Hloekk Graze
Mecha-designer: Kanetaka Ebikawa

Si tratta di un modello prodotto dal Gjallarhorn e distribuito all'ingrosso al settore civile; è più piccolo e maneggevole della maggior parte dei Graze.
Anche la Afam è dotato di alcune unità per la manutenzione della colonia, così come è utilizzato dalle forze del Gjhallarhorn di stanza su Venere per il controllo della prigione.

Demner chiede al ragazzo cosa intende fare, se ha intenzione di combattere con uno di quei catorci degli Hloekk, ma Wistario annota che esiste un altro mobile suit di cui può avvalersi, quel "tricorno" a cui Demner sembra tenere tanto.
Demner cerca di opporsi all'idea, ma Wistario, determinato a fare della colonia una meta turistica che tutti possano amare e decisamente contrario all'ipotesi che venga distrutta a causa di un assalto ingiustificato come quello in atto, piega facilmente la volontà dell'uomo, che acconsente ad affidare il misterioso "Hajiroboshi" al ragazzo.

ASW-G-35

Hajiroboshi
Mecha-designer: Naohiro Washio

Nascosto presso il reattore della colonia, il Hajiroboshi vi è stato nascosto fino alla sua scoperta da parte del nonno di Wistario.
Da allora Demner lo ha custodito e si è occupato della manutenzione del misterioso mobile suit.

Dopo una tempestiva uscita in superficie, Hajiroboshi viene subito coinvolto in uno scontro con un Rodi invasore.
Qui entra il primo combattimento in game, e per proseguire col racconto è necessario sconfiggere l'avversario. Una volta battuto in ritirata, parte la sezione squisitamente visual novel del gioco, dove bisogna semplicemente cliccare per proseguire nella lettura dei dialoghi dei personaggi.

Tre ore dopo, Wistario è sul belvedere della colonia e da lì vede la partenza di uno shuttle, dove pensa si trovi anche Tomoyo-- Con la sua partenza, ora è rimasto senza amici della sua età su Radonitsa.
Demner gli chiede se anche lui non abbia intenzione di raggiungerli, ma Wistario ha un obiettivo ambizioso: ora che i quattro maggiori blocchi economici sembrano aver lasciato la colonia al suo destino di carcere planetario, il ragazzo ha intenzione di inaugurare una nuova economia turistica con Radonitsa come protagonista.

Deminer è scettico sulla fattibilità dell'idea, ma Wistario è ispirato dalle azioni dei ragazzi di Marte, la Brigata Tekka, che hanno colto l'occasione e trasformato il loro sogno in realtà, trasformandosi in una delle realtà più influenti della Sfera Terrestre, imponendosi addirittura sul Gjallarhorn.

Wistario sta gustandosi una caramellina Misuzu offertagli da Demnar, quando un allarme allerta i due, che tornano immediatamente in ufficio.
Qui un operaio avverte il ragazzo di aver ricevuto una chiamata dalla prigione che parla della fuga di un detenuto. Il Gjallarhorn chiede il loro intervento, visto che la via di fuga è attraverso una conduttura su cui hanno giurisdizione i nostri.
Demner intuisce che gli evasi stanno cercando di raggiungere la superficie, e si tratta senz'altro di un atto premeditato, così Wistario si propone di bloccarli nei sotterranei prima che possano creare altri disordini in città.

Nel frattempo l'evaso ha raggiunto il bar della città vecchia, che sembra essere il luogo dell'appuntamento riportato sul messaggio cifrato che ha ricevuto.
Qui gli dà un inaspettato benvenuto la guida Korunaru Kousa.


Korunaru Kousa
Doppiatrice: Reina Ueda

E' una guida del Urdr Hunt, e il suo compito è guidare il possessore dell'anello durante la straordinaria "caccia al tesoro".
La sua espressione facciale non cambia molto ed è difficile capire cosa stia pensando.
Ha un temperamento mite ma distaccato, ed è un'appassionata di tè.

L'evaso si allarma per la presenza della ragazza, ma una volta constata la sua inoffensività si dimostra disponibile ad ascoltarla. Korunaru gli porge l'"anello" attraverso il quale può considerarsi qualificato!
La conversazione viene però interrotta da un allarme: ovviamente la fuga dell'uomo ha allertato le autorità.
L'evaso si lascia quindi dietro Korunaru per dirigersi al punto d'incontro prestabilito per darsi alla fuga. La corsa dell'uomo è interrotta da Wistario.
Il fuggitivo cerca scampo all'esterno, ma una volta raggiunta la piazza principale della città è freddato da un cecchino.
Wistario e Demnar cercano di prestare un primo soccorso, ma l'uomo spira tra le loro braccia.
Wistario nota l'anello e lo afferra istintivamente, in quel momento il ritorno di uno degli Spinner Rodi allerta la sua attenzione, riportandolo sul Hajiroboshi.

Osservando l'anello che si accorge di avere ancora in mano, si chiede se c'è una connessione tra gli attacchi di questi mobile suit, l'anello e l'evasione.
Le sue riflessioni sono però interrotte dai piloti dei Rodi, che gli intimano di consegnargli "le credenziali" per partecipare all'Urd Hunt.

Wistario non capisce, ma sembra che i piloti lo abbiano scambiato per l'evaso.
Davanti agli interrogativi del ragazzo, i due rispondono con un altro combattimentino, da cui escono ovviamente sconfitti.
Wistario viene quindi contattato da Demnar, a cui approfitta per chiedere spiegazioni riguardo questo potentissimo mobile suit.

Parte una scena animata, in cui, messo il Hajiroboshi al riparo dagli eventuali sguardi indiscreti del Gjallarhorn, Demnar fa mente locale sul misterioso mobile suit.
In realtà neanche lui ne sa molto, sa solo che il nonno di Wistario gli aveva confidato di averlo trovato già qui all'arrivo sulla colonia, quando sua moglie fondò l'Afam Equipment. Sembra che il Gjallarhorn non lo abbia mai rilevato perchè posizionato vicino il reattore della colonia, dove le onde Ahab sono particolarmente forti.
Wistario non riesce a capire la ragione della presenza del modello lì, ma Denmar si limita a rispondere che suo nonno gli aveva confidato di restargli sempre vicino in caso un giorno avesse voluto saperne di più.
Wistario chiede quindi a Demnar se conosce il significato della parola "Hajiroboshi", e l'uomo risponde che il nonno del ragazzo gli aveva rivelato si trattasse di un termine in una lingua antica che significava "Venere".
Certo, constata Wistario, è un mobile suit chiamato come il pianeta dove si trova.

Appare Korunaru, che mette in allarme Denmar.
La ragazza commenta su come il nome del mobile suit sia adorabile, si presenta, e chiede se siano in possesso dell'anello.
Wistario si ricorda dell'oggetto sottratto dall'evaso e lo mostra a Korunaru, che si congratula per essersi guadagnato il diritto a partecipare all'Urdr Hunt--!

***

Il secondo episodio sarà distribuito a partire dal 25 Novembre col titolo "Hajiroboshi Pt.2" (端白星 後編, Hajiroboshi Kōhen).

L'episodio si apre con la concitazione sulla nave degli intrusi riguardo la mancanza di informazioni dalla squadra di Spinner Rodi appena usciti in missione.
Il più agitato è l'apparente comandante della nave, Range Dubrisko, soprattutto in virtù del freddo rimprovero ricevuto da quello che sembra essere un suo superiore, Cyclase.
Allarmato dalla mancanza di informazioni e dalle velate minacce di Cyclase, Range decide di uscire egli stesso per verificare la situazione.


Range Dubrisko
Doppiatore: Taro Kiuchi

Nuovo arrivo alla Omden Colony Company, ricopre il ruolo di pilota di mobile suit.
Su ordine dell'organizzazione, viene coinvolto nel Urdr Hunt e incaricato di recuperare l'anello apparso sulla colonia di Venere Radonitsa.



Cyclase Mayer
Doppiatore: Kenji Nojima

Ex-soldato del Gjallarhorn, abbandona l'esercito dopo aver ucciso un suo superiore, e trova rifugio nella Omden Colony Company, dove è impiegato come sicario.
Ha una personalità fredda e cinica.

Mentre Range prepara il suo mobile suit alla sortita, parte un interessante spiegotto che ci aiuta a contestualizzare questo nuovo "palcoscenico di Venere" nel Post Disaster.

Prima del Post Disaster, Venere era il terzo pianeta dove si cercarono di creare condizioni per l'abitabilità umana.
Alcune colonie furono posizionate a 50 Km dalla superficie, mentre veniva avviato il progetto di terraformazione marziano.
Le prime missioni consistettero nel condensare l'anidride carbonica, ricca su Venere, e trasportarla su Marte, povera di gas serra.
L'iniziativa si dimostrò fruttuosa, i ghiacchi su Marte si sciolsero creando un piccolo oceano e le temperature aumentarono. Questo successo, tuttavia, si dimostrò fatale per lo sviluppo di Venere: le risorse si spostarono rapidamente su Marte, sospendendo definitivamente i lavori di adeguamento.
Inoltre, dopo la Guerra Calamitosa, molti dei percorsi di Ariadne furono abbandonati, nessuno dei quattro blocchi economici terrestri richiese autorità sul pianeta e Venere fu lasciato a sè stesso.
La colonia, ora priva di valore, fu messa sotto la giurisdizione del Gjallarhorn che la trasformò in un carcere di massima sicurezza.
I suoi abitanti originari cercavano di sopravvivere alla buona e meglio, occupandosi della manutenzione della colonia; non possedendo ID rilasciati dai blocchi economici, era come se non esistessero...

Nel nascondiglio alla città vecchia, Wistario sta interrogando Korunaru sulla faccenda del Urdr Hunt.
Korunaru offre una tazza di tè Osmanto Dorato, che il ragazzo accetta con piacere; Korunaru, a suo agio, lo tranquillizza: è il suo compito informarlo e tenerlo aggiornato sull'evento.

Nel frattempo Range, a bordo del suo Enzo, intercetta i piloti degli Spinner Rodi battere in ritirata. Chiedendo spiegazioni, i suoi si giustificano parlandogli di uno strano mobile suit, non affiliato alle truppe Gjallarhorn di stanza sulla colonia, che pur essendo pilotato da un ragazzino si era rivelato estremamente potente.
Dopo essersi accertato della situazione, Range ordina ai suoi di rientrare. Sarà lui ad occuparsi del ragazzino e recuperare l'anello.

Intanto i nostri si sono spostati nel bar della città vecchia.
Korunaru spiega la natura del Urdr Hunt: viene richiesto ai partecipanti di trovare dei manufatti della perduta civiltà umana delle ere passate. Può essere insomma considerata una sorta di "caccia al tesoro", il cui premio per il vincitore sono 100 miliardi di meria.
Sentendo la cifra in ballo, Wistario non nasconde il suo entusiasmo, ma Demnar ha seri dubbi sulla legalità della cosa. Korunaru gli mostra l'account bancario a loro associato: in quanto partecipanti hanno diritto ad un "anticipo" di 100 milioni di meria da utilizzare per i preparativi.
Demner non è ancora convinto della cosa, insomma, sono stati addirittura attaccati da alcuni mobile suit-- Ma per Wistario si tratta della veridicità delle informazioni di Korunaru, un tale premio in denaro fa certamente gola a molti.
La chiave per partecipare all'evento è possedere l'anello. Il padrone di Korunaru, "N", il promotore del Urdr Hunt, le ha infatti detto che chiunque possieda un anello, non importa come questo venga recuperato, diventa un partecipante della "gara" a tutti gli effetti.
Demnar sostiene che nessuna cifra giustifica una missione così pericolosa in cui sono coinvolti mobile suit pronti al combattimento, ma Wistario spiega che se vuole rinnovare e gestire la colonia ha bisogno di soldi, e questo suo sogno vale la sua vita. Senza soldi non si può fare nulla, questa è la dura realtà.
Wistario riesce finalmente a convincere Demnar, ma la felicità del ragazzo è interrotta da un altro attacco--!

Parte il gioco, che ci mostra Range alle prese con le truppe del Gjallarhorn.


Enzo
Mecha-designer: Ippei Gyoubu

Il mobile suit di Range utilizza un raro Exa Frame, e vi monta un'armatura pesante laddove si solito si prediligge un allestimento leggero per questo Frame.
Ha un caratteristico Rock Breaker triplo montato sulla schiena.

Prima che i soldati abbiano la peggio, però, entra in scena Wistario che interviene contro Range, che messo alle strette ricorre ad un fumogeno per far perdere le sue tracce, esterefatto dalla potenza del Hajiroboshi.
Wistario si confronta con Demnar riguardo la base di questi mobile suit nemici, e Demnar conclude che devono trovarsi su qualche nave, difficilmente sono venuti su Venere con i soli mobile suit-- Wistario decide di entrare in azione.

Range cerca di mettersi in contatto con la nave per il suo rientro, ma Hajiroboshi è dietro le sue spalle!
Dalla nave escono due sottoposti di Range in supporto, Andy e Bito: parte il game play, e Wistario si libera facilmente dei due per poi tornare su Range, che cerca di darsi alla fuga.

Inizia una nuova sequenza animata in cui ci viene mostrato il combattimento a senso unico tra Enzo e Hajiroboshi, col modello di Wistario a fare il buono e cattivo tempo.
La situazione costringe Cyclase ad entrare in azione. Distraendo Wistario con un attacco a lunga distanza, e stupendosi che il ragazzo reagisca, intima Range di ritirarsi prima che venga ulteriormente umiliato.

EB-05c

Schwalbe Graze
Cyclase Custom

Mecha-designer: Kanetaka Ebikawa

Questo modello è stato rubato da Cyclase quando ha disertato il Gjallarhorn.
E' stato notevolmente alleggerito e personalizzato e gli armamenti non necessari sono stati eliminati.

La nave di Range si ritira, e Wistario ha la possibilità di tirare un sospiro di sollievo.
Rientrato sulla sua nave, conferma la sua partecipazione a Urdr Hunt e chiede quale siano i suoi obiettivi. Korunaru risponde che, una volta che tutti i partecipanti saranno radunati, sarà l'anello a dare informazioni sulla destinazione da seguire.
Detto fatto, l'anello si attiva e proietta un tragitto sul soffitto della nave: si tratta dell'orbita di una cometa.
Wistario non ha dubbi; appena finiti i preparativi per la partenza sarà la loro prossima destinazione--!

***

Così si conclude il primo "capitolo" di Urdr Hunt, che ci immerge in questa nuova avventura con la promessa di nuove informazioni sulla Guerra Calamitosa, una possibilità insomma di ampliare la nostra conoscenza del Post Disaster, come già avvenuto, parzialmente, con la side-story manga Gekko.
Non a caso, lo sceneggiatore della storia è sempre il nostro Kamoshida, che per questa serie di racconti preferisce prediligere il lato "avventuroso" della trama, con quelle caratteristiche che lo legano al racconto di investigazione, piuttosto che alla drammatica, cinica critica sociale mostrataci nella serie TV.
Come in Gekko appaiono organizzazioni mercenarie, come nel caso di quella guidata da Range, ma per una volta ci si sofferma anche sulle attività civili che senza dubbio sono legate al mantenimento delle colonie. In questo caso è davvero rinfrescante fare la conoscenza di un personaggio come Wistario.


Wistario è un vero e proprio "anti-Mika", sia visivamente che nella sua caratterizzazione: essendo stato costretto a coprire fin da ragazzino certe responsabilità, ewstremamente pratiche, estremamente legate alla società civile, Wistario è lontano anni luce dalla condizione disperata di "detriti umani" dei ragazzi del Tekka.
Fattore non da poco conto, ha potuto godere di una figura adulta che si è occupata di lui, che gli ha permesso di studiare, e al tempo stesso inserirsi nello strato sociale e cittadino.
Questo ha fatto di Wistario un ragazzino estremamente consapevole, e nonostante l'immaturità della sua età, decisamente con i "piedi per terra", come vedremo in seguito.

Contrariamente alla Brigata Tekka, Wistario ha anche un obiettivo molto preciso e pratico, ovvero trasformare Radonitsa, una colonia convertita a penitenziario, in una colonia turistica.
Wistario adora la vista della sua città (una smaccata riproduzione di Venezia) che dà direttamente sul pianeta Venere, la considera come qualcosa per cui vale la pena combattere.
--Si tratta pur sempre di un ragazzino, ma che c'è di male nel fatto che un ragazzino abbia un sogno, ed un sogno così marcatamente legato alla sua realtà di tutti i giorni--?
Non sappiamo come andrà a finire questa faccenda, ma seppur condividendo tutti i dubbi di Demnar, avviciniamoci senza indugio questo nuovo capitolo di un Universo con ancora molte cose da dire!

In chiusura, alcune piccole curiosità riguardo il capitolo appena concluso.
Iniziamo con i dolcetti di cui è goloso Wistario, le caramelle Misuzu (みすゞ飴, Misuzu-ame); si tratta di una sorta di caramella gommosa, un prodotto tipico della provincia di Nagano:
Queste chicche esistono in sei gusti tipici, e il tipo smangiucchiato da Wistario sembra essere al gusto di sanpoukan, un agrume tipico della prefettura di Wakayama, dal sapore simile a quello di un mandarino.

Le caramelle Misuzu sono un'altra interessante caratteristica del nostro confronto tra Mika e Wisty nostro: il primo amava infatti sbonconcellare "prugne di Marte", più vicine alle aspre umeboshi che alle nostre prugne secche, il secondo è ugualmente attratto da un altro dolcetto dal sapore aspretto.

Restando in tema snack, non possiamo passare sopra i deliziosi tè di Korunaru.
In questo episodio offre a Wistario del tè all'Osmanto Dorato (黄金桂, in giapponese: Ougon Kei in cinese: Huangjin Gui):
Si tratta di una raffinata varietà di tè cinese Oolong, talmente profumato da ricordare i fiori di Osmanto, che in realtà non sono presenti nella miscela-- Ci possiamo fidare del buon gusto di Korunaru, insomma!

Nessun commento