Home Top Ad

C3 AFA in Hong Kong 2018 Report!

Share:
Il tempo di riprenderci dal fusorario e catalogare le quintalate di foto scattate, ed eccoci qui con un report approfondito su tutto il gundamico disponibile quest'anno in quel di Hong Kong, nell'edizione del C3 che vede per la prima volta la formula in collaborazione dell'AFA sponsorizzata dalla SOZO.
Sarà che ormai la vedevo senza avere negli occhi la frenesia della novità, ma quest'anno mi è sembrata un'edizione un pò fiacchetta in confronto alla precedente, ma probabilmente è stata solo la mia impressione di parte mono-gundamica: di certo il non avere una serie trasmessa in TV al momento non ha giovato, anche se le novità e gli approfondimenti non sono mancati, come vedremo.

Gli Stand

Andiamo al sodo visitando insieme gli stand che offrivano sprazzi di gundamicità.
E' d'obbligo iniziare con lo stand della Sunrise, che per la prima volta aveva allestito un pop-up store con prodotti originali in vendita.
Uno spazietto semplice ma ben organizzato, dove trovavano spazio anche dei prototipi per delle figures di altre serie come Code Geass, Votoms e Cowboy Bebop.
All'esterno, le solite postazioni per consultare gli archivi delle produzioni gundamiche.

Passiamo poi all'IMMENSO spazio Bandai, che nelle sue più svariate incarnazioni occupava quasi metà dell'area espositiva totale!
Quest'anno si dedicava spazio alla prossima serie TV, Gundam Build Divers, con una bella mostra monografica.
All'interno, grande spazio alle Limited in esclusiva per l'Asia, con la collaborazione di Gundam con le popolari marche di abbigliamento della BATHING APE.
Inoltre una buona selezione di altri modelli P-Bandai erano disponibili sul momento.
Exclusive a parte, nell'area erano esposti i modelli delle serie più recenti e i P-Bandai, tra cui mi hanno molto colpito l'RG Unicorn "Bande Desinee Ver." e l'imminente MG Turn Red Astray, per non parlare del favoloso RG dell'Astray Gold Frame Amatsu "Gold Coating"!
Non mancava una piccola area dedicata al decennale dei BB Senshi di Sangokuden.
Alcuni dei quali bisogna dire che sono davvero belli nelle nuove versioni rilasciate per il decennale...
Disponibili inoltre i prodotti "Bandai Fashion" con t-shirts e giacchette targate Bandai.
Tra le proposte, l'immancabile First Gundam e Iron-blooded OIrphans, con camicie e t-shirts.
Spazio anche ad altro merchandising, primi fra tutti le linee di gashapon e trading figures oltre alle cosette più sfiziose come i cuscini della linea Senkan Hitoyasumi!
A seguire, lo spazio Tamashii Nations celebrava Pacific Rim.
All'interno anche un angolino dedicato a Metal Build e Robot Spirits, dove facevano rispettivamente bella mostra di sè gli F91 e lo Strike Freedom.
La Banpresto non ci dà molte gioie puntando su One Piece e Sailor Moon, ma sbirciando tra gli scaffali non c'è sfuggito lo Zaku dall'ultimo Prize game!
Immancabile la "muraglia" di Gashapon che si snodava lungo tutta l'area Bandai, dove erano presenti anche alcune limited esclusive per la convention.
Stavolta mi sono presentata con la Octopus bella carica, come si dice, "il santaro lo freghi una volta"!
Me ne sono tornata con i portachiavini dei miei personaggi preferiti di Wing, SEED ed Iron-blooded Orphans! Non male!
In chiusura, un salto allo shop dove era in atto una promozione sui Megasize, e dove era possibile trovare l'Astray Gold Frame Amatsu "Gold Coating" in vendita, un'anteprima di Hong Kong!
Non solo gunpla però, ma anche tante action e trading figures, e parecchie Limited disponibili!

Usciti dall'agglomerato Bandai, non si nega un saltino alla Bandai Namco, che invece era dedicata ai videogiochi e si trovava in un'area a parte.
Non ci sono sfuggite le aree dedicate a New Gundam Breaker e Gundam Online, dedicato all'anno UC0093!
Eccovi in chiusura le foto delle donnine dello stand:
Quest'anno erano decisamente più motivate e vivaci! Da notare i nuovi costumini dedicati al Neo Zeon e la Londo Bell di Unicorn.

Un pò in tutto il padiglione non mancavano poi le postazioni di Gundam Tryage:
Alcuni stand avevano promozioni speciali e carte limited dedicate ad AGE.

Restiamo nel gundamico e andiamo a vedere cosa si diceva da STRICT-G, che dedicava il suo stand a Gundam OO presentando la linea "Gundam OO Fair".

Sempre in ambito di abbigliamento, la Cospa anche quest'anno aveva portato t-shirt "Asia Limited" dedicate a Iron-blooded Orphans, oltre a una dignitosa selezione di cosplay e gadgets.
--Qui non ho potuto esimermi dal comprare la T-shirt di Gundam-san con Garma e Char!

Lo stand di Chara Port offriva i prodotti di cartoleria gundamici della Sun-Star.
Troppo carine le Action Pen dedicate ai maggiori Gundam protagonisti!

Inoltre ho voluto dare un'occhiata agli stand degli editori per vedere che aria tirava.
Ho iniziato con Hobby Japan, dove la vendita di figures targate Amakuni creava una fila sempiterna esauritasi solo previo sold-out.
Ho trovato una piccola vetrina dedicata ai modelli originali del Dantalion e dell'Astaroth Rinascimento, protagonisti della seconda parte della side-story Gundam Iron-blooded Orphans GEKKO!
Modellati rispettivamente da Masaki Susuki e MATSU-O-JI erano esposti anche gli articoli originali della rivista.
A sorpresa era possibile anche acquistare e consultare gli ultimi mook monografici della casa editrice dedicati all'ultimo film di Gundam THUNDERBOLT e il catalogo gunpla HG del nuovo anno!

Dulcis in fundo, visto che non mi rimaneva molto da fare il secondo giorno, ho ben deciso di affrontare l'immane fila alla Kadokawa per vedere cosa possono leggersi a Hong Kong di gundamico.
La selezione è certamente entusiasmante. Oltre ai fumetti erano disponibili anche raccolte dedicate e guidebooks. --Sfortunatamente nessun artbook in vendita!

I Cosplay

Devo dire che fino a Domenica, anche in concomitanza del talk stage su Gundam OO non s'è visto praticamente nulla... Poi sono cicciate fuori le MS Girls e la vita ha sorriso a tutti i presenti.
Se vi va di seguirle, le ragazze hanno il loro account Facebook.
Durante lo stage ho poi beccato Setsuna, Tieria e Alleluja nei pressi del palco:
Lockon e Setsuna in abiti civili invece mi sono sfuggiti per un soffio!
Speravo di trovare qualche altro cosplayer di Iron-blooded Orphans dopo l'anno scorso, ma evidentemente la "bolla" è già scoppiata... La hall era semplicemente invasa di Rem, Saber in tutte le salse e spadini di Touken Ranbu.
Tantissimi anche i cosplayer di Ultraman e serie sentai, mentre all'incontro di Gundam OO si potevano vedere anche cosplayers di Durarara! e Osomatsu-san per via di Kamiya. A''nfiltrati!

Gli Eventi

Mentre l'anno scorso allo stand Sunrise siamo stati piacevolmente intrattenuti con la sessione di autografi di Iron-blooded Orphans e l'incontro coi produttori di THE ORIGIN, stavolta ci siamo dovuti "accontentare" degli eventi del main stage, con il talk stage dedicato al decennale di Gundam OO, presenziato da Kamiya e Yoshino, e il live della tappa hongkonghiana del torneo a squadre di Gundam Versus, presentato da Kana Ueda.

Il talk stage, partendo dal presupposto che non ho capito una ceppa di cosa si diceva, si è dimostrato abbastanza deludente, e onestamente strapieno di gente!!
I buoni Kamiya e Yoshino, rispettivamente seiyuu di Tieria e Allelujah, mi sono dimostrati un pò fiacchetti e freddi, ma di certo hanno fornito risposte molto lunghe ed esaustive.
Si è partiti con un riassunto delle release di Gundam OO, poi con la presentazione dei personaggi interpretati dai due ospiti e infine il commento di alcune scene principali dedicate ai due personaggi.
L'incontro si è concluso con la classica lotteria, dove sono stati messi in palio i gunpla del Raphael e del Harute offerti dalla Bandai e un'ambitissima T-shirt della Sunrise autografata dai due con omamori di Gundam OO offerti dalla Sunrise.
I due ragazzotti hanno poi fatto una comparsata in apertura del torneo di Gundam Versus, salutando i presenti (nel frattempo si erano procurati le T-shirt di Gihren allo stand Sunrise, che avevano spizzato al presentatore rosicando) e ribadendo l'amore per Gundam.

Il torneo ha visto le selezioni durante i tre giorni della convention, e sul grande palco hanno esordito solo le quattro squadre selezionate per la finalissima.
Kana Ueda, doppiatrice di spicco e affermata videogamer, indossava un abito carinissimo di fattura cinese e ha commentato con molto entusiasmo l'evento. E' stato carino perchè inizialmente ha provato a parlare in inglese (con mia gioia che potevo finalmente capire qualcosa!) poi visto che faceva fatica e il presentatore era multilingue, si è arresa a parlare in giapponese con l'ometto che interpretava in cinese!
Ecco una bella foto di backstage a fine evento col mitico presentatore e gli altri commentatori recuperata dal twitter della doppiatrice!

In conclusione, un'altra bella edizione che però ha un pò sofferto dell'assenza di Gundam in TV.
Tra l'altro quest'anno c'è stato spazio anche per le case manufatturiere di Hong Kong, che hanno avuto la possibilità di esporre i propri lavori e prototipi sotto l'ala protettiva delle case madri... In effetti "C3" in Giappone non è solo cultura otaku ma anche autoproduzione e visibilità di artisti indipendenti ed emergenti; quest'anno la collaborazione con AFA ha dato molto spazio ai concerti di idols e "anison", si spera che anche nelle sue uscite fuori porta il C3 esporti un altro pò del suo spirito creativo!

Nessun commento