Home Top Ad

Gundam Shopping a Shenzhen!

Share:
Ed eccomi qui a raccontarvi della mia esperienza in quel di Shenzhen, descrittami come la quintessenza dello shopping gundamico più malandrino e a buon mercato d'oriente!
Ho deciso di compilare questa piccola, carente guida per dare un minimo di riferimento a chi volesse approcciarsi a questo enorme mercato a cielo aperto che è Shenzhen; ci sono indubbiamente possibilità di fare shopping, anche del tipo meno "ortodosso", ma veramente pochissime informazioni online sul dove e il come.
Non ricevendo alcuna informazione da chi c'è stato, che fosse italiano o cinese, è stato già avventuroso di suo scovare gli indirizzi e come arrivarci, quindi spero che questa guida semplifichi almeno il vostro soggiorno, mentre se invece ci siete già stati e volete rompere il muro di omertà e condividere qualche spot di interesse vi prego di commentare a fine report!

Ma andiamo subito al sodo.
La prima tappa del mio breve tour (mi sono fermata una sola giornata passando il confine da Hong Kong in treno, attraverso Lo Wu) è stata naturalmente Dongmen, "La Porta dell'Est", dove mi sono diretta senza indugio ma con infinite difficoltà verso la shopping arcade otaku Comic City (东门朗豪坊动漫城).
Non per scoraggiarvi, ma mentre ho trovato l'utilizzo della metropolitana di Shenzhen di una facilità e un divertimento unico (il "biglietto" è in realtà un gettone di plastica che mi ha ricordato le giostre di quando ero bimbina!), uscirne e districarsi tra i dannati mercatini spontanei all'interno dei sottopassaggi si è dimostrata un'esperienza tra il surreale e l'inquietante! In realtà per non perdersi basta prestare attenzione alle indicazioni sulla vostra testa, ma lo shock iniziale è comunque inevitabile!
Comunque, il modo più semplice per arrivare a Dongmen è, da Luohu, prendere la Linea 1 della metropolitana in direzione Airport East e scendere a Laojie.
Da qui, le uscite più semplici sono la F e la E che danno su Xinyuan Road. Percorretela costeggiando l'epico McDonald sulla destra, e poi girate a sinistra su Renmin Road fino a raggiungere l'incrocio con Lixin Road; girate a destra, e dall'altra parte della strada troverete questo palazzetto.
Salite le scale mobili al primo piano e vi troverete in una bolgia di box, tende e negozietti stipati di roba!

Lo dico per il vostro bene; non comprate statue e figures qui, perchè il tarocco regna sovrano.
Non cercano neanche di nasconderlo e anzi se ne fanno un vanto, con tanto di esposizione di bozzetti e prototipi!

Comunque, come a Hong Kong, qui i battenti aprono sul tardi, quindi andateci nel pomeriggio verso le 16:00 e dovreste trovare molti più locali aperti di quanti ne ho trovati io.
Per quelli che ho potuto visitare, vi suggerisco questo qui al numero 241 se siete alla ricerca di gunpla tarocchi (aveva una selezione di Daban da urlo!), busti in scala interessante (il Sinanju in scala 1/35 che vedete nelle foto gli era stato appena consegnato), metal parts e garage kits.
Oltre alle taroccate aveva anche gunpla originali Bandai, ovviamente (a Shenzhen c'è la sede ufficiale della Bandai in Cina), e anche colori Tamiya, aerografi e strumenti.

Se invece cercate prodotti originali, tra cui anche trading figures e action figures, questo al numero 243 ha una buona selezione:
In vetrina ci sono sempre le zozzatine della Daban, ma frugando ci ho trovato anche gli allegati esclusivi di Dengeki Hobby, quindi daje.

Date un'occhiata anche al numero 238 per action figures originali.
Al mio arrivo stavano sistemando il contenuto di pacchi targati Bandai, direi che è una buona garanzia.
Se la cosa può interessarvi, della Momoko Dragon non ho trovato niente di niente.

Per quanto riguarda libri e pubblicazioni, non aspettatevi nulla.
Girando ho trovato uno stand "aperto" che vendeva gadgettistica originale e tarocca, tra cui anche alcuni libri originali in lingua cinese.
Col senno di poi mi è dispiaciuto non aver preso questo che sembrava un volume monografico generalista con illustrazioni che copriva la saga gundamica da ZZ a 00 con accenni ad AGE... Sarebbe stato un bel pezzo per la mia collezione, e costava solo 5 euro...

Passando oltre, ho trovato suggerimenti anche per quanto riguarda il cosplay.
Se vi interessa, da Laojie prendete la Linea 3 della metropolitana in direzione Yitian e scendere a Hongling.
Da qui prendete l'uscita D e subito vi troverete davanti la sfilza di negozi della cosidetta "Costume Street".
Sfortunatamente però, i costumi in vendita qui sono per lo più costumi da ballo o per opere teatrali.
Tuttavia c'erano delle belle selezioni di uniformi che con qualche modifica potevano essere adattate ad uniformi gundamiche, ma scordatevi di trovare qualcosa di pronto e indossabile; il web però sottolinea che questi "laboratori" sono sempre disponibili a creare vestiti su misura su ordinazione, quindi se state in queste zone più a lungo di me potete considerare l'alternativa.

Restando in tema cosplay, per le parrucche vengono consigliati i negozi del temibile Luohu Commercial City (罗湖商业城), che vi attende sulla via del ritorno subito fuori dalla stazione di Luohu.
"Temibile" perchè è descritto sulle recensioni come una sorta di girone infernale dove orde di cinesi benedetti dal sorriso di Luxing cercheranno di straziare i vostri portafogli e le vostre anime, ma boh, a me non sono sembrati affatto così aggressivi, anzi.

Nel mio rapido giro ho trovato qualche negozio interessante al terzo e al quarto piano, ma certamente ce n'erano altri, come indicavano i manifesti.
Internet dice che se si ha abbastanza costanza nel contrattare, le parrucche, di buona fattura, variano tra i 2 euro per le corte e 10 per quelle lunghe.
Io non ho neanche indagato perchè ormai ero sfinita 😓

Una cosa che ho notato mentre compilavo le tappe del mio breve tour ricercando indirizzi su forum cinesi, è stata la ricorrenza della frase "Ma compra online su Taobao, che costa meno!".
In effetti, andare in viaggio fino a Shenzhen per comprare cose che trovereste facilmente online non è decisamente consigliabile, e anche se fa un pò tristezza, è ormai innegabile la praticità degli acquisti online rispetto alla visita nel negozio fisico...
In breve, vale la pena di fare questo viaggio della speranza fino a Shenzhen per il gundamico? La risposta, in base alla mia seppur superficiale esperienza, è no. Ma se Shenzhen è tra le tappe di un vostro viaggio in Cina più succulento ed articolato, non vedo perchè non inserirla nel vostro itinerario, anche solo per assaporare il fascino di un vero porto franco di confine--
--E togliervi lo sfizio di mangiarvi il pollo in una ciotola di riso al McDonald!

Nessun commento