Home Top Ad

GUNDAM FOODIE LOG 03 - "Tirolian (Gundam Cafe TOKYO Limited)" by Chidoriya

Share:
Continuiamo con la nuova rubrica culinaria dedicata alle collaborazioni tra Gundam Cafe e alcune prestigiose ditte giapponesi per il brand Japan Food Collection
Questo mese torniamo sul blog con un nuovo snack cioccolatoso--!
Parleremo infatti dei famosi biscotti Tirolian della Chidoriya, ancora nella confezione esclusiva del Gundam Cafe TOKYO Brand Core

Vi ricordo che le varie recensioni si alternano sul blog e su Youtube; tenete d'occhio la playlist della rubrica per gli altri episodi! Ogni primo giovedì del mese si parlerà di un nuovo prodotto!

Come anticipatovi, lo snack di oggi è della Chidoriya, ditta dolciaria attiva dal 1630, che ha inaugurato questo specifico prodotto, i biscotti farciti Tirolian, nel 1962.
Attiva nell'area di Fukuoka, ha iniziato a offrire dolci "esoticamente" giapponesi con l'arrivo dei portoghesi in città.


Sulla confezione griffatissima della Limited di Tokyo compare sempre la mascotte del locale, ovvero l'ormai iconico Gundam nero. E' un'ottima cosa, perchè per affinità cromatica gli snack Tokyo Limited sono tutti al cioccolato per la mia felicità!
Molto divertente il cappellino da tirolese, ispirato al concept dei biscotti-- Sembra infatti che la Chidoriya, per questi speciali "rolled cookies" si sia ispirata ai sapori montani, col burro e il latte dei pascoli tirolesi.
Una volta scartato, vediamo che la confezione, sotto la copertura gundamica, è praticamente identica a quella standard, con un elegante design bianco con dettagli in rilievo, rossi e bianchi lucidi che riprendono il tipico paesaggio montano dell'immaginario collettivo.


Il design del Gundam Cafe ritorna però negli involucri dei biscotti, dove torna protagonista il nostro Gundam nero.
La maniacalità del confezionamento dei giapponesi lascia sempre di stucco. Che bisogno c'è di impacchettare ogni singolo biscottino? A voi sembra una cosa eco-sostenibile? E' proprio un loro vizio-- Ma di certo, dal punto di vista visivo, il colpo d'occhio è interessante, arricchito dal contrasto tra la confezione rossa e il verde smeraldo degli involucri.


Passiamo ora all'assaggio.
Tornando al concept "tirolese", il biscotto, che a prima vista ricorda un mini-cannolo, ha effettivamente quella consistenza croccante e friabile che ricorda molto un wafer, ma tra gli ingredienti spicca il burro, che rende il primo morso decisamente più consistente e ricco.
La crema all'interno è al cioccolato al latte, ritorna quindi la suggestione montana, e i toni del cacao sono molto smorzati, con qualche inciso nella granella presente nella farcitura.
Nell'insieme l'esperienza è soddisfacente e delicata, come ci si aspetta da uno dei capisaldi della pasticceria giapponese, anche se forse al gusto occidentale restano un pò troppo blandi e poco incisivi.


La confezione è molto ricca ed abbondante, quindi come souvenir è sicuramente gradito. Il mio voto si assesta ben al di sopra della sufficienza, ma non vola alto.
Resta comunque un prodotto da provare, consigliatissimo agli estimatori dei dolci giapponesi, molto più subdoli e delicati rispetto ai nostri.

A titolo informativo, la Chidoriya, di base a Fukuoka, ha ovviamente realizzato anche una versione Limited per il Gundam Cafe di Fukuoka al sapore esclusivo di "Amaou", la fragolona gigante di Hakata∼ Se ne avrò l'occasione in futuro vi recensirò anche quella∼

Nessun commento