Home Top Ad

Mobile Suit Gundam 00 Re:Vision "10 Years Later" - Interviste a Hiroyuki Yoshino e Hiroshi Kamiya

Share:
Restando nell'ambito delle nostro Gundam00Beyond, eccezionalmente dedicato a Gundam 00 Re:Vision dopo le celebrazioni per decennale di A wakening of the Trailblazer, procedo con la condivisione delle interviste presenti nel pamphlet dell'evento dedicate ai suoi grandi protagonisti, ovvero i doppiatori di Gundam 00.
Dopo l'intervista ai doppiatori di Setsuna e Lockon, oggi leggiamo cosa hanno da raccontarci Allelujah e Tieria "10 anni dopo".

"Mi sono sempre sentito immerso in "Gundam 00", anche quando non ero nello studio di registrazione"

Signor Yoshino, lei ha dovuto interpretare un personaggio con due personalità, Allelujah e Halleluja, cosa può raccontarci di questa esperienza?
Yoshino:
Ricordo molto bene la registrazione del primo episodio della First Season. Il primo episodio era una sorta di introduzione della storia. Allelujah fu il primo personaggio a parlare, e ricordo che il regista specificò che l'approccio al personaggio ricordava quello di Kamiya con Tieria, che dovevo rendere distinte le due personalità. Tuttavia ne fui in grado solo col passare degli episodi.

Halleluja apparirà nell'episodio 5 della First Season, dopodichè emergeranno entrambe le personalità.
Yoshino:
Fin dall'inizio c'era un membro dello staff che mi ha spiegato con cura i due personaggi. Soprattutto durante la First Season mi sono completamente affidato a lui, perchè non sapevo nulla del passato del personaggio, e mi adattavo a quello che scoprivo di volta in volta nella sceneggiatura.

Ha avuto difficoltà a separare la recitazione dei personaggi?
Yoshino:
Non sono stati difficili da interpretare perchè i due personaggi sono ben differenziati. La cosa difficile è stato quando le due personalità si sono integrate, perchè ormai ero abituato a renderli in maniera differente. Ero consapevole di dover creare qualcosa di diverso da Allelujah e Halleluja.

Includendo il lungometraggio conclusivo, sei stato coinvolto per parecchio tempo.
Yoshino:
Sono stato occupato con molte cose, non solo il doppiaggio. Ho cercato di tenere a mente il personaggio tutto il tempo, in modo da poterlo proporre sul momento. Ci sono stati infatti molti eventi e molte interviste, quindi anche quando non ero nello studio di registrazione, è come se fossi sempre stato immerso in Gundam 00.

Qual è stato l'episodio più memorabile di "Gundam 00"?
Yoshino:
Sicuramente quello dell'incidente "Break Pillar" durante la Second Season. L'ascensore orbitale inizia a crollare, e nonostante siano nel mezzo di una battaglia, Celestial Being e i piloti delle altre fazioni cooperano per gestire la situazione, vederli lavorare insieme è stato scioccante. Mi piacerebbe che fosse così anche nel mondo reale, ma è difficile... Ho pensato ancora una volta che questo era il punto positivo dell'animazione e dell'intrattenimento, il poter rappresentare un futuro in cui si potesse collaborare per il bene comune. C'erano altre scene impressionanti, come il passato di Allelujah o la morte di Neil, ma l'incidente "Break Pillar" è memorabile.

Ci sono stati molti eventi dedicati a "Gundam 00", ricorda qualche momento topico?
Yoshino:
Gundam 00 ha avuto così tanti eventi che ricordo che c'eravamo divisi in squadre per viaggiare per tutto il paese. Ricordo quando tutti i personaggi hanno imitato Sergei Smirnov, indossando la stessa acconciatura 😃 O come quando durante l'evento "Celestial Station 00R in BIG EXPO" presentato da Irino, il regista si è mangiato il suo bento nel camerino 😃 Questo tipo di giocosità è stata solo possibile in Gundam 00, grazie alla lunghezza della serie.

Qual è stato il contributo che "Gundam 00" ha dato al suo lavoro di doppiatore?
Yoshino:
Interpretando i ruoli di un serio Allelujah e di un feroce Halleluja, sono sicuro di aver avuto il privilegio di poter interpretare un personaggio che incarnasse due personalità estreme all'interno dello stesso lavoro. Inoltre, come spesso detto dai doppiatori veterani, da quando sono entrato nel mondo di Gundam ho potuto interpretare i personaggi nei giochi, negli eventi e negli spot pubblicitari. Anche adesso sto ancora lavorando in questo modo, anche se non tanto quanto come in Gundam.

E alla fine "Gundam 00" ha raggiunto il suo decimo anniversario ed è stato avviato un progetto per commemorarlo.
Yoshino:
Questo anche grazie ai fan che ci hanno supportato. Tra i fan degli anime, c'è questa "gioventù di Gundam" che lo ha visto da adolescente, e questo periodo di dieci anni è stato sicuramente una buona opportunità per rifletterne sui contenuti, col passare degli anni. Penso che molto dipenda anche dal fatto che Gundam sia una serie così longeva, e che i creatori coinvolti in Gundam 00 siano riusciti a coinvolgere talmente i fan da garantirsi il loro supporto negli anni. Penso che sia questo il motivo per cui abbiamo potuto continuare finora.

Infine, ha un messaggio per chi parteciperà all'evento?
Yoshino:
Questo è l'evento celebrativo per il decimo anniversario. Vorrei che sia l'occasione per riguardare Gundam 00, e a chi invece vi si avvicina solo adesso, beh, guardate Gundam 00!

Profilo: Appartiene alla Sigma Seven. I suoi lavori più recenti includono "Grimgar of Fantasy and Ash" (dove ha interpretato Ranta) e "Shingeki no Bahamut" (dove ha interpretato Favaro Leone). Nel 2013 ha debuttato come artista di Kiramune, e ha fatto apparizioni regolari nel programma televisivo "Kiramune Company".


"Voglio far capire che "Gundam 00" è ancora lo stesso di allora"

"Gundam 00" ha celebrato il suo decimo anniversario nel 2007.
Kamiya:
Dieci anni, eh? Se avessi 18 o 19 anni, percepirei i contenuti di 10 anni fa come vecchi, ma dalla mia prospettiva attuale, 10 anni fa sono come un margine d'errore 😃 Per dire, alcuni degli anime che vengono menzionati come rappresentativi di quegli anni, come Macross F, Natsume no Yujincho o Bakemonogatari sono usciti nello stesso periodo di Gundam 00. A parte questo, non voglio riconoscermi troppo in chi era fan di Gundam 00 all'epoca. Non credo che la quantità di denaro e i sentimenti che hai investito in ciò che amavi allora possa essere misurata dai valori di oggi. In questo caso, vorrei riproporre la bontà delle opere di allora invitando a fare attenzione anche agli errori a cui magari non abbiamo prestato attenzione a causa della cosidetta "correzione di memoria".

Tieria è una forma di vita creata da Veda per rivoluzionare l'umanità, era coscente di questa sua peculiarità fin dall'inizio?
Kamiya:
Mizushima gestisce i suoi lavori in modo che tutte le informazioni necessarie per capire il ruolo siano rivelate in anticipo. Anche durante le sessioni di registrazione, chiacchieravamo nel tempo libero e ci rivelava cosa sarebbe successo dopo. Fondamentalmente Tieria è un personaggio innaturale. Normalmente indossa gli occhiali e li toglie quando indossa la tuta da pilota, il che non è normale. Gli occhiali sono un simbolo che rappresentano la sua umanità. Nell'OP della prima stagione c'è una scena in cui Tiera si trova in una sorta di regno delle piante, e con questo dettaglio si vuole suggerire la sua umanità nel coltivare e amare i fiori.
Adesso sarei in grado di trattare il personaggio con più spontaneità e offrire i miei suggerimenti, mentre all'inizio pensavo solo a soddisfare le richieste del regista... Certo, non penso che la mia resa del personaggio allora fosse sbagliata, e al tempo stesso non so se le modifiche che apporterei adesso sarebbero corrette.

Col passare del tempo la sua comprensione di Tieria è stata approfondita, questo è stato riflesso dalla recitazione?
Kamiya:
Ci sono due tipi principali nei personaggi che hanno problemi con l'esprimere le loro emozioni: quelli che non le capiscono e quelli che non sono bravi a esprimerle. Tiera è probabilmente il primo tipo, e il suo obiettivo nella storia era diventare più umano. In effetti, a partire dalla Second Season e nel lungometraggio conclusivo, penso che l'impressione del personaggio sia cambiata parecchio. Tieria è un computer biologico, ed era sicuro che seguendo il Progetto di Aeolia non avrebbe mai fatto errori. Ma poi quell'errore avviene, le sue convinzioni vengono scosse, viene alla luce la mancanza di fiducia in sè stesso. Di conseguenza, diventa un'opportunità per capire gli esseri umani, che porterà alla potente frase "Io sono un essere umano"... Credo che questo sia quanto ho potuto capire di Tieria, grazie al regista Mizushima e al tecnico del suono Mima.

Ha provato un senso di realizzazione dopo la conclusione del lungometraggio cinematografico?
Kamiya:
Avendo partecipato al lavoro in prima persona non posso guardarlo obiettivamente ma... Siamo stati in grado di produrre 50 episodi della serie TV mantenendo costante quella qualità, e produrre anche un lungometraggio conclusivo originale. Ma penso che la sensazione che ho avuto una volta lì più che "wow" fosse stato un "mio dio, è un sacco di lavoro".
Nell'ultimo episodio della Second Season c'era uno speciale sul lungometraggio. Lo guardai alla proiezione speciale al FujiQ Highland, e sono stato felice di sentire gli applausi del pubblico.

A proposito di eventi di "Gundam 00", qualche ricordo memorabile? Kamiya: Ero molto nervoso durante la presentazione del cast al Chara Hobby (2007). A quel tempo non ero famoso come gli altri, sentivo molta pressione nello stare al loro fianco sul palco. Ma quando sono salito sul palco, il pubblico mi ha acclamato calorosamente e ho pensato "Ok, posso iniziare"!

E' stato un momento importante nella sua vita di doppiatore?
Kamiya:
E' stato un momento estremamente importante. Era la prima volta che sentivo parlare di un nuovo Gundam e ho chiesto immediatamente al mio ufficio di farmi prendere parte al provino. Non dimenticherò mai il processo che mi portò da lì al Chara Hobby. Devo ringraziare Gundam 00 per la persona che sono oggi.

Qual è secondo lei la ragione per cui così tanti fan amano ancora il suo lavoro?
Kamiya:
Penso sia il fascino visivo. I personaggi hanno ancora un design moderno, e i mobile suit sono fantastici anche adesso. Si sente che tutti e quattro i modelli sono organizzati come Gundam, e i loro ruoli sono chiari dal loro aspetto. Penso siano caratteristiche che non cambierei neanche adesso, dieci anni dopo.

Infine, un messaggio per i fan che parteciperanno all'evento?
Kamiya:
Spero di poter trasmettere al pubblico che Gundam 00 ha lo stesso valore di allora. Spero che i fan che hanno ancora a cuore questa serie possano godersi lo spettacolo con tranquillità, e per che coloro che non conoscono affatto l'opera, spero che questo evento sia un'occasione per capire il fascino di Gundam 00.

Profilo: Doppiatore e narratore. E' affiliato alla Aoni Production. E' attivo anche come artista di Kiramune. I suoi lavori più recenti includono "L'Attacco dei Giganti" (dove ha interpretato Levi Ackerman) e "Osomatsu-san" (nel ruolo di Choromatsu). Dopo "Gundam 00", ha anche interpretato Zeheart Galette in "Gundam AGE".

Nessun commento