Home Top Ad

Analisi di G no Reconguista III "Legacy From Space" - Film contro serie TV

Share:
Dopo mesi di attesa in seguito alla travagliata release cinematografica, mi è stato finalmente possibile vedere il terzo film della recente pentalogia gundamica firmata da Tomino!
Dopo un deludente secondo episodio, questa terza parte sembra risalire la china offrendoci finalmente più spiegazioni e delineamenti delle fazioni, nonostante un plot rocambolesco e fin troppo affollato.
Ma andiamo subito all'analisi delle nuove scene introdotte nella versione cinematografica!

Riprendiamo quindi da dove avevamo lasciato il secondo film, con la Megafauna che finalmente prende la via dello spazio per impedire l'occupazione di Sankt Porto, sia da parte delle forze di Ameria che da quella dei tipi di Capital Army al loro inseguimento, nel tentativo di riportare alla ragione le due fazioni.

Scenetta nuova 1: il film si apre con una sontuosa introduzione in cui ci viene mostrato l'equipaggio della Megafauna discutere della prossima missione e dell'avvicinamento a Sankt Porto, che ci fa un pò sia da riassunto che da spiegazione.
Durante la visualizzazione dei dati e la procedura di navigazione, Bellri constata come la tecnologia di Ameria sia impressionante per essere riuscita a costruire una simile flotta; Donyell annota come il merito sia tutto di Gusion, entrato in possesso dei cosidetti "Progetti della Rosa di Hermes", mentre Aida lo rimprovera, dicendo che non c'è niente di cui vantarsi, e si stupisce del fatto che il presidente Nicchini abbia convinto il padre a guidare la flotta con la Rattle-Phyton.

Aida sembra si sia cambiata d'abito nel frattempo, e mentre nella serie TV continua ad indossare la tuta spaziale, qui sfoggia un insensato abitino frufru-- Sembra un fattore di interesse per molti spettatori online, e aldilà del guardaroba di Aida credo sia interessante come sottintenda il passaggio del tempo avvenuto durante la navigazione, tale da permettere ad Aida di rinfrescarsi e cambiarsi d'abito, insomma.

Nel frattempo continua la chiacchierata tecnica dell'equipaggio, dove figura anche Kerbes di Capital Guard: Bellri viene a sapere che le immagini di Sankt Porto e tutte le mappe del caso sono state fornite dalla divisione di ricerca di Cumpa Rosita, i nostri quindi possono analizzare in dettaglio per la prima volta l'area dove vengono ricevuti i carichi di batterie fotoniche.
E' escluso che ad una nave come la loro sia garantito accesso a Sankt Porto, quindi Bellri suggerisce di provare a raggiungerlo dall'ultimo nut dell'ascensore orbitale Capital Tower, Demeter.
Viene sottolineato con molta attenzione come Capital Guard non abbia accesso a queste zone e neanche a certe informazioni, essendo legate ai SU-Cordisti, che seguono rigidi protocolli di controllo.
Aida sostiene che il suo obiettivo è anche terminare queste "politiche del terrore" e rendere informazioni e tecnologie disponibili per tutti.

Mentre Bellri si stupisce di quanta roba sappiano ad Ameria, arriva la comunicazione che Raraiya stia facendo casino negli hangar, il che ci ricongiunge alla serie televisiva.
Lo staff della Megafauna sta installando un ennessimo, orribile backpack sul G-Self, si tratta dell'Assault Pack per uso spaziale. Raraiya è contraria a questa cosa, e sostiene che il G-Self non sia "libero" con quell'accozzaglia addosso. Aida e Bellri trovano difficile non concordare--
Discutendo con Happa, lo spiegone della serie televisiva sulla necessità di installare il backpack viene cancellato, e Bellri accetta serenamente di leggere il manuale su come utilizzarlo.

Nel frattempo anche sulla Salamandra cercano uno stratagemma per attraccare a Sankt Porto. Klim ha trovato il regolamento di Capital Tower, dove è stabilito che i veicoli in avaria devono ricevere assistenza, quindi contano di utilizzare il Gavial, una nave da trasporto della loro flotta, per attraccare.
Scenetta nuova 2: l'equipaggio della Gavial mette su una scenetta dimostrativa su una presunta fuga d'aria nella fusoliera.
La flotta di Ameria si dirige quindi verso Sankt Porto.

Parte quindi la prima differenza con la serie TV. Lo scontro tra le forze di Capital Army guidate da Mask è completamente tagliata, e nella scenetta nuova 3 ci viene mostrato invece il suggestivo attracco della Megafauna a Demeter.
Una volta attraccati, Kerbes cerca di convincere lo staff di Demeter a farli salire verso Sankt Porto, ma nella loro rigorosa applicazione delle regole la Megafauna è una nave che necessita soccorso e non può lasciare il porto. Mentre proseguono i controlli sull'identità dei presenti per garantirne l'accesso, Aida e Bellri decidono di muoversi autonomamente con i loro mobile suit.
Aida è preoccupata su cosa possa combinare da solo Klim, quindi è necessario che lo raggiunga.

Nel frattempo la Gavial si dirige verso Sankt Porto per attraccarvi. Nella scenetta nuova 4 l'equipaggio si compiace che un certo "codice" sia stato accettato.
Qualora degli ispettori SU-cordisti vengano a bordo non esiteranno quindi a prenderli come ostaggi.

Aida si avvicina a Sankt Porto col G-Self come ostaggio per garantirsene l'ingresso, visto che adesso a guardia vi sono i mobile suit di Ameria che li hanno preceduti.
Una scenetta nuova 5 ci mostra una CG più intrigante dell'area:

Scenetta nuova 6: mentre si avvicinano a Sankt Port, evidentemente "occupato" dalle forze di Ameria, Bellri e Noredo si stupiscono nuovamente delle dimensioni della flotta ameriana e della tecnologia acquisita negli anni:

I nostri passano l'ispezione, e vengono accolti dalle forze ameriane a Sankt Porto. Qui Aida viene a sapere che Klim e Gusion sono in udienza col Papa, quindi si dirigono da loro.
Entrando nell'area abitata si rendono conto che è una vera e propria colonia spaziale.
Nella scenetta nuova 7, la camera esita sull'interno della colonia, commentato dallo stupore di Aida e Noredo:

Abbiamo anche una scenetta nuova 8 in cui il tizio che affitta gli skank offre solo noleggi giornalieri, e Bellri -tutto preso dal fatto di trovarsi in un'area "tabù"- lo rimprovera per la truffa:

I nostri quindi si avviano verso la cattedrale, e sul tragitto, grazie a una scenetta nuova 9, vediamo le forze di Ameria ben insediate nella colonia.
Da annotare però la presenza di membri della Capital Guard: questo significa che le forze ameriane sono state accolte pacificamente, e non attraverso un'invasione militare come temuto da Aida.

A cospetto del Papa, Klim e Gusion stanno cercando di convincerlo che anche Ameria ha la possibilità di gestire Capital Tower, come dimostrato dal loro arrivo nello spazio, e Wilmit non esita a protestare.
Aida interrompe la discussione, rinfacciando al padre le sue intenzioni: non avevano deciso di dotarsi di armamenti per scongiurare un'invasione dallo spazio?
Klim annota come non possano affrontare nessuna minaccia senza prima garantirsi un approvvigionamento di batterie fotoniche e Sankt Porto come base operativa, ma nel mentre arriva un allarme che mostra la distruzione della Gavial.
Gusion realizza che c'era davvero quindi una minaccia dallo spazio, ma se così fosse stato, Bellri commenta che allora avrebbero attaccato prima Sankt Porto che una nave ameriana.

Scenetta nuova 10: ci viene mostrata una panoramica sulle forze di Towasanga, nello specifico rappresentate dalla flotta di Dorette:
Il comandante della nave è irritato dall'iniziativa di abbattere una nave nelle vicinanze di Sankt Porto, e il suo disappunto è doppiato da Dorette stesso.
Ci viene rivelato che questa flottarella lunare è in realtà impegnata nel controllo dell'area attraversata dalla Kashiba Mikoshi, una delle navi sacre addetta al trasporto delle batterie. Dorette si innervosisce davanti l'inettitudine dei suoi soldati.

Klim e Mick escono in avanscoperta con i loro modelli, a supporto della Salamandra nell'eventuale scontro.
Anche Bellri, Aida, Noredo e Raraiya si preparano per salire sulla Salamandra, e qui incontrano Kerbes, che è riuscito a raggiungerli a bordo di un Recksnow.
Kerbes dice a Bellri che Luan ha provveduto a trasportare il backpack del G-Self fin lì, e Aida e Bellri si dirigono quindi verso i loro mobile suit.
Rispetto alla serie TV, viene tagliata tutta la scena in cui gli "adulti" battibeccano, e la scena scorre fluida verso l'azione.

Il G-Self si appresta a lanciarsi da Sankt Porto, e nei suoi pressi viene montato il backpack del G-Self. Non è proprio una scenetta nuova 11, ma nella fasi di montaggio viene usato uno split-screen per mostrarci Luan nelle fasi del montaggio:
Leggevo che Tomino ama questi stratagemmi per mostrarcio l'emotività dei piloti aldilà dei mecha, ma è davvero necessario in questo caso? Mah.

Raraiya reagisce al nome di Dorette, e mente Noredo cerca di assisterla, i nostri vengono a sapere che la Garanden, la nave di Capital Army, ha chiesto ai nostri una momentanea collaborazione contro questo nemico inaspettato e misterioso, e Kerbes li anticipa nell'operazione: essendo a bordo di un modello di Capital di certo il suo avvicinamento non sarà considerato ostile.

A bordo della Garanden, costruita col supporto di Gondwan, la nazione in guerra con Ameria (=Europa), Mask rivela al suo comandante che la flotta misteriosa proviene da Towasanga. L'uomo è incredulo, ma Mask gli ricorda che è grazie a loro se la Garanden è stata costruita.

Barara dà un "amichevole benvenuto" a Kerbes, Aida e Bellri. Approfittando dei nuovi rinforzi Mask gli offre il privilegio di agire come avanguardia, il che indispettisce Barara-- Ma si tratta solo di uno stratagemma per indebolirli, facendo scontrare tra di loro i nemici di Capital.
Durante le fasi di approntamento, Noredo e Bellri incontrano nuovamente Manny: la ragazza confessa di essersi unita a Capital Army perchè sulle tracce di Luin. Quando Noredo le chiede se sia riuscita a trovarlo Manny nega, ma è evidente che sa che dietro Mask si nasconde il suo senpai.

Alla squadra di Mask e al G-Self si uniscono il Jahannam e il Hecate, ma mentre i nostri prendono posizione, dei negoziatori di Towasanga si dirigono verso Sankt Porto. Klim prende la palla al balzo, e suggerisce di far finta di arrendersi per occupare la nave, ma la flotta di Dorette reagisce, costringendo i nostri alla ritirata verso Sankt Porto.

Qui ha inizio il confronto tra "terranoidi" e i negoziatori di Dorette, mentre vengono raggiunti dai nostri, che ricoprono i ruoli di guardie dei loro rispettivi rappresentanti, Gusion per Ameria e Wilmit per Capital.
Al cospetto del Papa la situazione è decisamente animata.
Dorette e i suoi uomini, seguaci del SU-cordismo, non esitano a rinfacciare ai terranoidi l'utilizzo di tecnologie secretate, e di come vengano usate per fini bellici.
Gusion ribatte che anche Towasanga ha fatto la sua corsa agli armamenti nel frattempo, e Mashner constata come, essendo i terrestri coinvolti da decenni in guerre internazionali, anche la pacifica Towasanga ha ritenuto necessario dotarsi di armi di difesa per far fronte ad un'eventuale invasione.
Klim però a questo punto si intromette: è palese che le forze lunari sono state coinvolte da Gondwan nel conflitto con Ameria con la promessa di permettere un'invasione sulla Terra, una "Reconguista" (quindi la parola "Reconquista" è stata scritta decisamente male).
Rockpie a questo punto sbrocca e prende a pugni Klim, rinfacciandogli che quel poco di tecnologia che hanno sulla Terra è merito delle batterie fornite da Towasanga, alchè Dorette ribadisce come la ricostruzione della Terra dopo i conflitti sia in parte merito del supporto di Towasanga.

Da questo punto di vista Dorette e Mashner sottolineano come il fatto che Ameria sia riuscita a costruire un'intera flotta implica che goda del supporto non solo dei personaggi legati alla famiglia Rayhunton, e a questo proposito vorrebbero un'ulteriore indagine.

Aida quindi si allontana dalla cattedrale, seguita da Bellri, e manifesta l'intenzione di recarsi a Towasanga con la Megafauna, al che tutti reagiscono con stupore. La scenetta nuova 12 è un redesign di Aida che spiega le sue intenzioni:
Rispetto alla versione della serie TV questo atteggiamento la mostra più matura e consapevole della situazione. Da questo punto di vista, è probabilmente significativo come l'incapacità di Aida come pilota sia compensata in questo frangente dalla sua disposizione ad agire da "leader", una caratteristica sottolineata più volte in questo film rispetto alla serie televisiva.

A questo punto il film salta tutta la parte sull'incontro tra i rappresentati di Ameria, Capital e Towasanga per mostrarci la Megafauna in partenza verso Sankt Porto.
Scenetta nuova 13 for the lulz:
--Il solito Tomino.

Mentre la Megafauna si prepara al recupero dell'Arcane e del G-Self, viene intercettata dalla Rattle-Python che gli intima di non dirigersi verso la Luna, un ordine che di certo non possono rispettare.
Rockpie, sul cui operato vigila Mashner, viene distratto dalla squadra di Mask, usata come diversivo per permettere la fuga della Garanden verso la Luna. La Salamandra fa lo stesso, ora che la flotta di Dorette è stata rallentata dal diversivo, mentre Donyell si cruccia di aver perso il vantaggio sui rivali dopo aver recuperato a fatica i modelli di Aida e Bellri.

Anche il G-Self ingaggia battaglia con le forze di Dorette, e qui uno dei piloti si rende conto che quel modello è il prototipo mandato sulla Terra tempo prima per un test di adattabilità--
Naturalmente il pilota in questione si arrende e viene catturato, e in questa scenetta nuova 14 ci viene mostrata l'impacciata ma pronta reazione di Bellri durante l'improvvisa resa del nemico:

Una scenetta nuova 15 sottolinea il vantaggio del G-Self sul Moran, mentre il pilota nemico continua a non capacitarsi delle prestazioni del prototipo.

A questo proposito, la scenetta nuova 16 ridisegna l'attracco del G-Self col prigioniero alla Megafauna, aggiungendo Kerbes che si congratula con Bellri, e un redesign del pilota nemico a bordo del suo mobile suit:

Ritorniamo presso la Garanden, dove Mask tranquillizza il comandante sull'efficacia del piano ideato da Cumpa Rosita: ha infatti lanciato dei tube sull'ammiraglia che contengono un patto in cui si promette agli abitanti di Towasanga di poter tornare sulla Terra a patto che si arrendano. Naturalmente non è vero, ma nel frattempo possono garantirsi il loro supporto contro Ameria.
Sulla Megafauna intanto sembra che Raraiya si sia finalmente ripresa dallo shock subito nell'atmosfera terrestre, e può finalmente conversare con i suoi amici: il ritorno nello spazio e lo shock dell'incontro con Dorette sembra abbiano giovato al suo recupero.

Si procede quindi con l'incontro con il pilota appena catturato, Ringo Lon Giamanotta, che conferma il fatto che su Towasanga nessuno si aspetta l'attacco di navi terrestri: la tecnologia è talmente arretrata e gli eserciti così immaturi che un conflitto spaziale non è affatto previsto, anche se le due parti non si sottovalutano affatto.
La scenetta nuova 17 riscrive il confronto tra Aida e Bellri riguardo il suo entrare a far parte dell'esercito ameriano come ufficiale. Nella serie TV è una scena abbastanza contorta in cui Bellri e Aida hanno una discussione aspra in proposito che si risolve con Bellri che rifiuta, confermando che la guerra non è la sua priorità e anzi è affascinato dalla civiltà di Towasanga, nel film invece Aida approccia Bellri in maniera più dolce, ed è lo stesso equipaggio della Megafauna a stroncare il tutto ricordando che Bellri è solamente un cadetto.

Torniamo quindi sulla Knossos di Marshner, di cui una scenetta nuova 18 ci mostra qualche dettaglio:
Marshner provvede a consultarsi sul da farsi con Rockpie, appena rientrato dallo scontro: tre navi sono dirette verso Towasanga, e Rockpie intende catturarle con l'uso degli Alicanto, in modo da ottenere ulteriori meriti militari, senza contare sull'influenza del suo superiore e amante. Ammirata, la donna approva l'intraprendenza del giovane pilota.

In previsione dell'inseguimento della flotta di Dorette, la Megafauna cerca di proteggersi da eventuali attacchi ricoprendo la nave con una rete protettiva-- Donyell non è affatto convinto delle intenzioni di Klim, e queste prendono voce in una succulenta scenetta nuova 19, dove ci viene mostrato come Klim conti sul fatto di avere due navi per essere presi sul serio da Towasanga. Mick spera che questo divida le forze della flotta di Dorette, visto che anche gli ameriani pare gli abbiano promesso di poter vivere sulla Terra --Ovviamente mentendo.
--In pratica sia la Capital Army di Cumpa che le forze di Ameria pensano di avere il vantaggio strategico una sull'altra grazie a questi falsissimi accordi sottobanco! Ma le forze di Towasanga vedono entrambi come forze ostili e non potenziali alleati!

Mentre quindi Rockpie parte all'inseguimento delle due navi confidando sul mega beam degli Alicanto, sulla Megafauna il G-Self viene approntato con l'installazione del nuovo, orribile, Assault Pack. Si tratta di un'arma ancora in fase sperimentale, ma il meccanico Happa tranquillizza sia lo staff che Bellri sulla sua manovrabilità, inoltre la sua unica funzione è la potenza di fuoco, si tratta quindi di un equipaggiamento facile da controllare.
La Knossos lancia un inconsistente fuoco di copertura, quanto basta però a spingere Bellri ad attivare i cannoni del backpack, che a loro volta mancano il bersaglio.
A bordo della Megafauna Raraiya è perplessa dal suo primo incontro con Ringo, da cui non è riuscita ad ottenere informazioni utili riguardo la flotta di Dorette, e quindi decide di salire a bordo di un mobile suit per proteggere la Megafauna.
Anche Mick e Klim partono all'assalto, il che spinge Rockpie a usare il cannone del suo Alicanto, eventualmente vanificato da Bellri.
Il compagno di Rockpie viene abbattuto, e i Moran ingaggiano un combattimento ravvicinato col G-Self, che nel frattempo si è liberato dell'Assault Pack. Durante questo scontro, un altro pilota ribadisce come il G-Self fosse un prototipo fallimentare e non sia all'altezza dei Moran, i modelli selezionati per essere sviluppati come arma di massa di Towasanga.
I piloti, riconducendo il G-Self a Raraiya pensano che la ragazza li abbia traditi, ma Rockpie intuisce che il pilota deve essere un terrestre. Le capacità di Bellri e il danneggiamento dell'Alicanto di Rockpie spingono la sua squadra alla ritirata.

Nel frattempo Raraiya e Aida hanno le mani piene con la difesa della Megafauna: è scampata per miracolo all'attacco ai raggi dell'Alicanto, grazie alla protezione della rete.
Klim e Mick si lanciano all'inseguimento, ma rischiano di avvicinarsi troppo alla Knossos-- Bellri intuisce il pericolo, quindi recupera l'Assault Pack per lanciare un "colpo di avvertimento" che costringa tutti a rientrare nei ranghi. Vi riesce, e mentre Klim e Mick interrompono la loro corsa sconcertati, Rockpie e la sua squadra vengono recuperati da Mashner-- Ora che è in salvo Rockpie si lascia andare a qualche considerazione-- Che anche sulla Terra esistano quei leggendari Newtype--? Abbandona immediatamente il pensiero, mentre Klim e Mick rientrano alla Megafauna.

La Megafauna si avvicina finalmente a Towasanga, e come ipotizzato da Ringo incontra ben poca resistenza perchè nessuno aveva preventivato il loro arrivo.
La scenetta nuova 20 riscrive quella della serie TV, e sono Ringo e Raraiya a descrivere le caratteristiche della colonia Cyrano-5:
Cyrano-5 è chiamata così perchè ricorda la forma del naso di Cyrano de Bergerac, e il 5 fa riferimento alle cinque colonie che vi ruotano attorno.

Nella scenetta nuova 21 ci godiamo dei dettagli dell'avvicinamento alla colonia grazie a una breve riscrittura con aggiunta di CG e più partecipazione da parte dei personaggi:
Una volta attraccati al porto 4 di Cyrano-5, Klim e i suoi entrano nella colonia, scatenando un piccolo incidente diplomatico: è infatti proibito ai mobile suit armati l'ingresso nelle colonie!
Bellri e gli altri invece, finiscono in un'area campestre e vengono immediatamente accolti da Flaminia, una vicina di casa di Raraiya che sembra avere contatti con il movimento contrario al potere di Dorette.
La donna appena vede Bellri e Aida si stupisce, e li invita ad incontrare una persona.
Seppur esitando, il gruppo segue la donna all'interno di Maloy.

Qui arrivano alla residenza di Miraji Barbaros, un sostenitore del clan Rayhunton dove incontrano anche Lorucca Biskes, leader della resistenza lunare, di cui abbiamo finalmente conferma far parte anche Flaminia e Raraiya.

Contrariamente all'anime, qui viene saltata la spiegazione sulle origini del G-Self e del movimento che si oppone ai Dorette, e Lorucca invita immediatamente Bellri ed Aida a visitare la residenza ormai in rovina dei Rayhunton in una scenetta nuova 22:
Rispetto alla versione televisiva, si sottolinea lo stupore di Bellri ed Aida nell'essere appellati come reali.

Con un differente montaggio, si passa alla scenetta nuova 23, in cui ci spostiamo sulla Garanden.
Sono state aggiunte delle parti in cui ci si lascia a qualche nozione tecnica in più, e il dialogo tra Mask e Barara è stato modificato, con Mask che sottolinea come i pannelli solari installati sulla Luna da Towasanga siano uno sfregio alla natura, anche se il satellite è privo di vita.

Intanto a Maloy, i nostri arrivano alla vecchia residenza dei Rayhunton, guidati da Flaminia e Lorucca.
Aida percepisce una certa famigliarità, e guidata dai ricordi trova delle foto dei suoi genitori in un cassetto di un vecchio mobile, il che scatena certe sensazioni della sua infanzia che non era mai riuscita a cancellare.
Qui Lorucca e Miraji spiegano lo stratagemma del Rayhunton Code per l'attivazione del G-Self, e il tentativo di ritrovare i due gemelli reali, mandati sulla Terra dal capitano Piani Kaluta per proteggerli dal repulisti dei Dorette.
Aida capisce dove i due vogliono andare a parare, ma non è affatto soddisfatta da questo arrangiamento: capisce che hanno dei doveri e degli ideali come sostenitori dei Rayhunton, ma questo non ha nulla a che vedere con gli obiettivi suoi e di suo fratello.
E' il momento in cui dice il memorabile "Non sta' agli adulti creare una nuova era".

Torniamo quindi alla Garanden, dove Capital Army sta preparando il suo approccio a Towasanga.
Manny chiede spiegazioni a Mask su un'eventuale resa, ma il ragazzo la zittisce, spiegandole che è l'unico modo per avere la meglio sulle forze di Ameria. Manny ha finalmente la conferma che Mask è Luin, mentre Barara si chiede chi sia quella donna verso la quale Mask è così comprensivo.

Una lunga scenetta nuova 24 si sofferma sulle paturnie di Bellri, Aida e Noredo:
Qui ci sono sentimenti forti in ballo, e i personaggi sono spaesati da ciò di cui hanno avuto conferma su Towasanga, di come questo riscrive obbligatoriamente le loro relazioni.

Sempre nella stessa scena, durante il rientro di Bellri e Noredo a casa, dopo una fallita dichiarazione della ragazza, Donyell viene a sapere che la Garanden sta attraccando a Towasanga, proprio mentre la Crescent Ship è in procinto di partire.
Ad ascoltare il discorso è Noredo, che non capisce molto di cosa stia succedendo, mentre assiste alla riappacificazione tra Bellri e Aida per la morte di Cahill. La ragazza regala al fratello una biglia, un gesto infantile che connette un pò i due al loro passato.

Intanto, mentre la Garanden si prepara ad attraccare a Towasanga, la Salamandra, già all'interno, viene accolta con tutti gli onori del caso.
Rockpie è perplesso dalla cosa, ma Marshner sottolinea come, una volta attraccate, entrambe le navi verranno requisite dall'esercito di Towasanga.
Allo stesso tempo, Klim immagina di poter entrare in possesso della scorta di batterie fotoniche conservate nel porto, e poterle usare per il prossimo conflitto, arrivando a conquistare il posto di governatore adesso occupato da suo padre. --Mah!

Intanto Bellri è uscito col suo G-Self nel tentativo di bloccare la Garanden. Il suo obiettivo era sconfiggere la flotta di Dorette, perchè adesso cerca di stringervi un'alleanza?
Nel frattempo i membri dell'esercito a sorveglianza dell'area guidati da Gavan individuano il G-Self, e lo riconoscono nel modello pilotato da Raraiya per l'"Operazione Reconguista".
Gavan si reca quindi verso quella che crede essere Raraiya, mentre un'altra squadra si occupa di scortare la Garanden.

All'interno della Megafauna intanto Aida, Kerbes e Raraiya salgono sui loro modelli nel tentativo di recuperare Bellri.
Ringo sottolinea come la flotta di stanza a Towasanga detesti i membri della flotta di Dorette, visti come dei privilegiati.
Gavan interroga quindi Raraiya sulla mancanza di rapporti, e dal suo silenzio realizza che a bordo del G-Self c'è in realtà un terrestre.

Bellri annienta in un attimo gli Zack nemici, ma Aida e gli altri riescono a intervenire prima che la situazione degeneri: non bisogna infatti mostrare le abilità del G-Self al nemico.
Scenetta nuova 25: Aida decide di abbandonare Towasanga con la Megafauna, perchè sente puzza di bruciato.
I suoi sospetti sono confermati da Kerbes, mentre sullo sfondo la Garanden attracca finalmente a Towasanga, dove è benvenuta in pompa magna dal Primo Ministro Hazm e una delegazione che commenta la manifattura delle navi terrestri e specula sul perchè della loro presenza a Towasanga.

A questo punto si inserisce un'altra sostanziosa scenetta nuova 26 in cui ci viene spiegata la situazione:
Le forze terrestri hanno iniziato la loro azione proprio nel mezzo del rituale di trasporto delle batterie fotoniche, quindi invece di dare il benvenuto a questi scomodi ospiti, Towasanga dovrebbe dedicarsi ad accogliere la Kashiba Mikoshi col suo carico da Ocean Ring. Allo stesso tempo, lo spazio davanti al porto principale dove è alloggiata la Crescent Ship è invaso dai detriti causati da uno dei periodici incidenti che coinvolge la struttura di Cyrano-5, il che richiede una certa urgenza d'azione.
Con un tempismo perfetto, la Megafauna si offre di ripulire l'area intorno al porto su richiesta della Hermes Foundation che controlla il trasporto delle batterie fotoniche, mentre il Colonello Kragen tranquillizza gli ospiti di Capital Army.

Anche questa scenetta nuova 27 è stata completamente ridisegnata e resa più agile nel racconto:
Viene sottolineato che la pulizia non si tratta di un'iniziativa di Aida, ma di una vera emergenza che coinvolge tutti.
Anche la parte successiva è stata completamente riarrangiata ed animata rispetto alla serie TV, dando una continuità più lineare al racconto.

Intanto la priorità di Capital Army, su richiesta del governo di Towasanga e invito di Cumpa, è diventata recuperare il G-Self; a questo proposito, è stato affidato il Bifron a Barara per l'operazione.
Cumpa riflette sulle intenzioni di Towasanga, ma al tempo stesso suggerisce a Mask che è possibile ribaltare la situazione e prendere Towasanga come base operativa nello spazio di Capital Army, in virtù della loro superiorità militare.

La scenetta nuova 28 ci mostra una Kashiba Mikoshi completamente ridisegnata, ed arricchisce la scena con la visuale sulla Crescent Ship.
Gli ordini di Cumpa Rosita riguardo la cattura del G-Self fanno giungere Bellri alla conclusione che l'uomo sia nativo di Towasanga mentre Aida conclude che il loro allontamento è a questo punto perentorio.
Flaminia e gli altri restano stupiti dalla prontezza d'animo dei due ragazzi e balbettano a proposito dell'eredità dei Rayhunton.

Nel frattempo al porto principale Marshner cerca di coordinare la pulizia dei detriti, ma l'attivazione del Bifron, un modello sperimentale di Towasanga pilotato da Barara, non è sfuggito a Rockpie e neanche a Klim e Mick.
Il comandante della Garanden ordina quindi ai due piloti di impedire che Capital Army catturi il G-Self, mentre Marshner prega Rockpie di coordinare i lavori di pulizia che al momento sono la priorità, col disappunto del ragazzo.

Raraiya prende posto nel Neodu, e seguita da Ringo nel suo Moran, si preparano ad uscire guidati dall'Arcane per prendere parte alle operazioni di pulizia.
Rispetto alla serie TV sono state tagliate tutte le scene sceme in cui Ringo faceva il piacione con Raraiya, così come quelle in cui Kerbes e Ringo si punzecchiavano in proposito. Sono dei ragazzi, ma anche dei piloti professionisti, e non dei cagnetti in calore. Buono.

Scenetta nuova 29: a bordo della Megafauna, Donyell studia la traiettoria della Crescent Ship in rotta verso Venus Globe, mentre il Neodu e il Moran escono dal portello della nave:
Un errore nel settaggio del modello fa perdere il controllo a Raraiya, che per errore si scontra col Bifron, mettendo in allarme Capital Army.
La situazione degenera facilmente con l'arrivo di Klim e Nick, ma il provvidenziale arrivo di Bellri sul G-Self blocca l'attacco di Raraiya.
Finalmente Rockpie arriva sul posto con la squadra di Cyrano-5 addetta alle pulizie, che con un sollenne cazziatone a proposito dell'incolumità delle due navi addette al trasporto delle batterie riporta tutti all'ordine e alla collaborazione: irritare l'Hermes Foundation significa non ottenere approvvigionamenti energetici fino al prossimo "rituale".
Le parti coinvolte capiscono che l'energia ha la priorità su tutto, quindi impiegano la loro competitività nella pulizia.

Una significativa scenetta nuova 30 ci mostra Aida controllare le operazioni e tenere d'occhio le forze coinvolte:
Nella serie TV veniva relegata ad osservatrice involontaria e si crucciava della sua inutilità sul campo, qui invece è vista coprire un ruolo attivo.

Approfittando della distrazione generale, Cumpa Rosita approccia la Megafauna per entrare in contatto con i tipi della resistenza.
La scena dell'incontro tra Cumpa e Lorucca è stata ridisegnata in una scenetta nuova 31, ed anche i contenuti della discussione sono stati sintetizzati per facilitarne la comprensione.
Cumpa rinfaccia a Lorucca di aver utilizzato tecnologie proibite per il G-Self, e dal canto suo Lorucca rimprovera il suo ex-compagno di aver guidato i terrestri in un conflitto con lo spazio.

Aida, dall'Arcane, ha notato la navetta di Cumpa avvicinarsi alla Megafauna, quindi interroga Flaminia in proposito. Non ricevendo risposta nota la discussione tra Cumpa e Lorucca, e quando riconosce il leader di Capital Army questo si ritira sbrigativamente, facendo fuggire a Lorucca il nome Piani Kaluta, rivelando l'identità dell'uomo come quella di colui che mise in salvo i giovani Aida e Bellri sulla Terra anni addietro.
L'intera scena è ridisegnata in maniera più concitata e rapida in una scenetta nuova 32.

Aida chiede quindi a Lorucca se il conflitto tra Dorette e Rayhunton è stato causato dalla Hermes Foundation, ma l'uomo ammette che si tratta di un problema interno a Towasanga. In questo senso, Aida chiede se sia possibile arrivare a un accordo tra le due fazioni, e di potersi rivolgere alla Hermes Foundation come mediatore, implicando la necessità di raggiungere Venus Globe.

Nel frattempo Gavan a Towasanga è in vena di menare le mani nonostante le pressioni di Hermes Foundation di non utilizzare armi ai raggi nelle vicinanze delle navi. Marshner incita Rockpie a bloccare l'iniziativa dell'uomo e ad assicurarsi il G-Self prima di lui, ma il ragazzo è attualmente impegnato nella manutenzione del nuovo modello che gli è stato affidato, il Gaitrash.
Una scenetta nuova 33 ci mostra Marshner prepararsi alla sortita con la sua classe Knossos:
Che bel personaggio, spero ancora che le sue sorti vengano modificate nei film successivi--!

Una lunga scenetta nuova 34 ci mostra con rinnovato vigore le operazioni di pulizia:
Un sacco di chiacchiere della versione televisiva vengono eliminate, e viene subito chiarito che a Towasanga interessa impossessarsi del G-Self dopo la straordinaria performance esibita contro Gavan, grazie a una comunicazione rilevata da Ringo.

Diventa quindi fondamentale per la Megafauna proteggere il G-Self, ma anche capire le dinamiche in corso, esplicitate in una scenetta nuova 35 dove l'equipaggio della Megafauna cerca di capirci qualcosa:
Mentre la squadra di Rockpie, quindi, cerca di bloccare quella di Gavan, anche Capital Army su spinta di Cumpa approccia la Megafauna con intenzioni ostili.

Una scenetta nuova 36 ci mostra l'attracco decisamente spettacolare del Mack Knife di Mask:
Coadiuvato da Manny e Barara, riesce ad entrare all'interno del hangar della Megafauna e a richiedere la consegna del G-Self a Bellri, che però oppone resistenza riuscendo a respingerlo.

Nel frattempo arrivano anche Klim e Mick a complicare le cose, ingaggiando in un combattimento con Barara sul ponte della Megafauna.
L'obiettivo di Aida è ancora imbarcarsi sulla Crescent, mentre Mashner, all'inseguimento della Megafauna, è ben consapevole che se accadesse qualcosa mentre la Crescent Ship è in navigazione sarebbero guai seri per la flotta di Dorette.

Mentre Bellri e Aida cercano di proteggere la Megafauna, arriva Gavan che cerca di interrompere il combattimento tra i terrestri con la forza, ma a sua volta è interrotto dall'intervento di Rockpie.

Intanto la Megafauna approfitta della bagarre per allontanarsi ed allinearsi con la Crescent Ship. Bellri decide di allontanarsi dalla nave fungendo da diversivo, e in questo modo riesce ad attirare a sè Mask, Klim, Gavan e Rockpie.
Il Gaitrash di Rockpie si dimostra un avversario temibile, ma Bellri riesce a liberarsene ed avvicinarsi alla Crescent Ship, seguito dalla Megafauna.
Una suggestiva scenetta nuova 37 ci mostra l'eccitante avvicinamento della Megafauna alla Crescent Ship, così come l'atterraggio del G-Self dopo aver schivato per un soffio la collisione con la Megafauna:

In questo senso, l'accesso del G-Self all'interno della Crescent è meno "metafisico" che nella serie TV, ed implica un processo di riconoscimento nella scenetta nuova 38:
Bellri in questo modo accede al motore della nave, dove si trova davanti un portale con lo stesso pattern del Rayhunton Code in suo possesso.

Contrariamente alla versione televisiva, Bellri viene raggiunto da Aida, che lo guida attraverso l'inserimento dei Rayhunton Code nel portale in una lunga scenetta nuova 39 che ci guida fino alla conclusione del film:
Il computer autorizza l'ingresso a Bellri e Aida, e durante l'esecuzione i due notano un nuovo pattern sul display del G-Self, quello di una rosa:
Il film si chiude col ricongiungimento di Bellri e Aida al resto dell'equipaggio della Megafauna, mentre la Crescent Ship riprende la sua partenza verso Venus Globe:


Commento finale

Attenzione perchè questo terzo film ricopre un numero molto alto di episodi televisivi, che vanno dal 12 al 18, e già questo è indice di un lavoro di regia molto più preciso rispesto al deludente secondo film precedente.
In Legacy From Space assistiamo al viaggio nello spazio della Megafauna, che li porta prima a Sankt Porto, il nut finale di Capital Tower, poi a Towasanga, nella colonia Cyrano-5 posta aldilà della Luna, e li lascia in rotta verso l'orbita di Venere, in direzione Venus Globe; finalmente la narrazione diventa più precisa e sintetica, le relazioni tra i personaggi vengono prese più seriamente, così come il plot in generale: rispetto alla fumosa serie televisiva c'è un continuo rimando visivo, tra cartine, mappe e CG che ci rimandano alla situazione attuale, fornendo finalmente anche precisi riferimenti temporali riguardo gli avvenimenti.
Si è trattata di una vera e propria sfida, visto che questi episodi sono tra i più confusi della serie televisiva.

La fruizione del film resta ancora un pò difficile a causa dei vari conflitti e scaramucce di cui è costellata, che se aggiungono sicuramente adrenalina e intrattenimento a volte sembrano ancora un pò forzati e difficili da comprendere, anche se la narrativa e gestione della trama è immensamente migliorata rispetto alla serie TV, grazie anche alle correzioni e semplificazioni presenti nei dialoghi.
Da questo punto di vista ci terrei a sottolineare anche in questa sede un fattore evidente sin dalla prima trasmissione televisiva, ovvero che questa serie non va seguita con i sottotitoli. Le animazioni molto complesse e ricercate, il dinamismo all'interno dei fotogrammi, rendono decisamente sconveniente tenere la visuale concentrata sul fondo dello schermo impegnata nella lettura piuttosto che distesa lungo l'interezza dello schermo, per cogliere ogni scenetta nella scenetta. Ci sono infatti molte azioni che avvengono sullo sfondo mentre i personaggi in primo piano parlano, e non sempre queste vengono notate.

Il punto focale di questo film consiste nell'evento della raccolta dei detriti causati da un crollo di una pavimentazione da una delle colonie ad anello di Cyrano-5; nonostante i battibecchi e le scaramucce, tutte le forze in campo riescono a collaborare per non disturbare la navigazione della Crescent Ship, il cui trasporto di batterie fotoniche è vitale per tutta la Sfera Terrestre.
Questo episodio cruciale è ricordato spesso nelle interviste a Tomino o ai produttori; si tratta di un evento opportunistico, ma che dimostra anche la prontezza delle giovani generazioni ad anteporre il bene comune all'intolleranza generalizzata.
Personalmente la scena mi ha ricordato, a livello di tematiche, quelle del crollo dell'ascensore orbitale nella seconda stagione di Gundam 00-- Un'altra tacita influenza di serie gundamiche altrui su cui Tomino non si pronuncia--?

Posso comunque chiudere questa lunga recensione con una certa soddisfazione, e sulla scia dell'entusiasmo, ammettere di non vedere l'ora dell'uscita del quarto episodio-- Che speriamo essere più fortunato del precedente in termini di tempi di rilascio!

Nessun commento